Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Reggio Emilia, ruspe in azione all'Ex Car per far spazio al discount

Cominciati i lavori di abbattimento dei capannoni venduti dalla Provincia. Nascerà un nuovo punto vendita della catena di supermercati Eurospin

REGGIO EMILIA . L’ennesimo supermercato, sorgerà a San Maurizio al posto degli ex-magazzini Car (Cooperativa allevatori reggiani). Il decrepito fabbricato all’incrocio tra la via Emilia (nel tratto denominato via Amendola) e via Lombroso è ormai completamente abbattuto.

La ditta di demolizioni Fontanili ha iniziato il lavoro una settimana fa per spianare l’area su cui Eurospin realizzerà il suo secondo punto vendita, dopo quello che si trova all’estremità opposta della via Emilia (via Fratell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA . L’ennesimo supermercato, sorgerà a San Maurizio al posto degli ex-magazzini Car (Cooperativa allevatori reggiani). Il decrepito fabbricato all’incrocio tra la via Emilia (nel tratto denominato via Amendola) e via Lombroso è ormai completamente abbattuto.

La ditta di demolizioni Fontanili ha iniziato il lavoro una settimana fa per spianare l’area su cui Eurospin realizzerà il suo secondo punto vendita, dopo quello che si trova all’estremità opposta della via Emilia (via Fratelli Cervi) a Pieve Modolena. Sta per essere completata, così, un’operazione iniziata tre anni fa allo scopo di bonificare e riqualificare quella porzione di territorio in bella vista su una strada trafficatissima e, nello stesso tempo, rimpinguare le esauste casse della Provincia, che l’aveva acquistata negli anni Ottanta.

La zona è quella del villaggio artigianale di San Maurizio, insediato negli anni Sessanta a poca distanza dal Mauriziano, al di qua del torrente Rodano. L’area interessata misura circa diecimila metri quadrati. Vi furono costruiti con i criteri di quell’epoca dei vasti capannoni con la solita copertura di cemento-amianto.

Inizialmente vi era ospitata una falegnameria, alla quale subentrò l’allevamento avicolo della Car. Quando la cooperativa entrò in crisi e si trasferì a Busana, l’immobile fu rilevato dall’amministrazione provinciale, che vi collocò il magazzino e un’officina per la riparazione dei suoi automezzi. Il recente ridimensionamento dell’ente locale, però, ha indotto la Provincia ad avviare un piano di alienazione degli immobili non più necessari per le sue ridotte funzioni.

Si trattava, in sostanza, di fare cassa e garantire lo svolgimento dei compiti fondamentali, in primo luogo la manutenzione delle strade e l’edilizia delle scuole superiori, nonostante i tagli imposti dallo Stato con la Spending Review.

Dopo la vendita di appezzamenti di terra ed ex case cantoniere toccò ai magazzini ex-Car di via Lombroso. Nel 2013 era stata tentata senza successo la liquidazione dell’intero complesso.

Si decise quindi di cedere solo la parte commercialmente più appetibile, cioè gli 8.200 metri quadri che s’affacciano sulla via Emilia con la maggior parte dei vecchi capannoni. Nell’ottobre 2015 se li aggiudicò, pagando gli 1,65 milioni della base d’asta, la Sds srl, una società di Modena che si occupa di valorizzazione e vendita immobiliare. I restanti 1.500 metri quadri al confine con il circolo Arci Venezia sono rimasti di proprietà della Provincia, che ora sta completando la ristrutturazione dell'edificio più piccolo che vi è ubicato dopo averne rimosso la copertura di eternit.

Il fabbricato verrà utilizzato come archivio in condominio con il Comune. Intanto anche la Sds aveva dovuto, secondo le condizioni del bando, eliminare immediatamente l’amianto dalla sua porzione degli ex-magazzini. Così l’intera area rinasce ora a nuova vita e si offre completamente risanata alla fruizione dei reggiani in una zona valorizzata dal prospiciente insediamento del polo universitario nell'ex-San Lazzaro.