Quotidiani locali

Reggio Emilia, Vivicittà fa il pieno: la carica dei 6mila fra competizione e voglia di esserci

A colorare il centro storico decine di famiglie scese in piazza nell’immancabile appuntamento della primavera reggiana. Le gare vinte da Adil Lyazali e la reggiana Isabella Morlini

L'impresa di Simone, dalla carrozzina alla camminata con Vivicittà REGGIO EMILIA. Vivicittà, l'evento organizzato dalla Uisp e divenuto da anni un immancabile appuntamento della primavera reggiana, ha avuto anche un momento eroico e toccante. La camminata di 1,8 chilometri compiuta da Simone Rabitti. Un'impresa per il ragazzo, costretto su una sedia a rotelle dopo un brutto incidente con lo snowboard di diversi anni fa. A seguito di quella tragedia però Simone non si è arreso e, dopo esser già diventato uno dei migliori spadisti paralimpici reggiani, ha voluto cimentarsi in questa nuova sfida organizzata con Stefano Fontanesi, responsabile recupero funzionale del Centro Eden.

REGGIO EMILIA. Adil Lyazali del Circolo Minerva Parma e Isabella Morlini dell’Atletica Reggio sono i vincitori della 35esima edizione di Vivicittà, conclusasi in piazza della Vittoria. Alla gara competitiva organizzata dall’Uisp e dalla Tricolore Sport Marathon del presidente Paolo Manelli hanno partecipato oltre 300 atleti.

Reggio Emilia, in centro storico la corsa competitiva di Vivicittà REGGIO EMILIA. Alle 9.30 ha preso il via il via l’appuntamento clou di Vivicittà, la consueta corsa che vede iscritte più di 6.000 persone: nell’iniziativa sono coinvolte 60 città italiane e nel mondo e 25 istituti penitenziari. I tanti reggiani e le tante scuole iscritte, che rappresentano il vero volto di  Vivicittà, hanno avuto a disposizione quattro diversi tracciati da poter percorrere.

Molti di più i reggiani che sono scesi in piazza semplicemente per divertirsi e, perché no, approfittarne per iniziare una domenica un po’ diversa in movimento. E neppure il maltempo, con la pioggia in agguato dall’inizio alla fine, ha rovinato la festa a bambini e famiglie. Perché Vivicittà quella è. Senza dimenticare l’importanza dei “tempi” della gara competitiva.

Reggio Emilia, la gioia dei bambini reggiani a Vivicittà REGGIO EMILIA. C'erano anche le scuole reggiane, con bimbi di tutte le età, a partecipare alle iniziative organizzate in centro storico in occasione di Vivicittà.


Gara maschile. Adil Lyazali spesso vincitore sulle strade reggiane ha dominato la gara maschile attaccando sin dalla prima delle tre tornate e chiudendo in 39'41", alle sue spalle Luca De Francesco portacolori dell'Mds Panaria Group staccato di 48", mentre sul terzo gradino del podio a 1'34" dal vincitore è salito il bolognese Fabio Ercoli del G.S. Gabbi, ai piedi del podio il primo reggiano, l'arcetano della Corradini Rubiera Andrea Bergianti.

Reggio Emilia: minivolley, disc golf e spinning aspettando Vivicittà REGGIO EMILIA. Dalle 15 piazza Martiri del 7 Luglio e piazza della Vittoria hanno ospitato minivolley, ginnastica dolce, disc golf e una lezione di spinning. I bambini si sono poi cimentati in un percorso in bicicletta imparando dalle indicazioni degli agenti della municipale.

Come detto Lyazali già al primo chilometro è passato con una quindicina di secondi di vantaggio sul terzetto dei primi inseguitori ed al passaggio del primo giro aveva oltre 40" di vantaggio su Di Francesco e Ercoli. Il vincitore ha continuato sul suo passo mantenendo sempre un vantaggio costante su Di Francesco che al secondo giro aveva già staccato la coppia Ercoli e Bergianti. Da sottolineare l'ottima gara del novellarese dello Jogging Team Paterlini Claudio Gelosini giunto settimo assoluto.

Reggio Emilia, le scuole di danza si esibiscono in piazza per Vivicittà REGGIO EMILIA. Le scuole di danza reggiane si sono esibite in piazza Martiri del 7 Luglio in occasione della manifestazione Vivicittà. Ecco un estretto delle loro performance.


Classifica maschile. Lyazali (Minerva Parma) a 48", Di Francesco (Mds Panaria Group) a 1'34", Ercoli (Gs Gabbi Bologna) a 1'38", Bergianti (Calcestruzzi Corradini Rubiera) a 3'25", Domenichini (Pod. Correggio) a 3'33" D'Oronzio (Gruppo Podistico Avis Suzzara) a 3'40", Gelosini (Jogging Team Paterlini) a 4'38", Devis Incerti (Atletica Reggio) a 4'55", Cecere (Running Team C.S.U), a 5'05", Rivi (Sportinsieme Castellarano).

Reggio Emilia, in centro storico la prima "dog run" di Vivicittà REGGIO EMILIA. Alle 16 in centro storico si è svolto un trekking urbano. Anche gli amici a quattro zampe sono stati invitati: per loro è stato realizzato un percorso di 3 km da correre insieme al proprio fedele amico nella prima edizione della Dog  Run di Vivicittà.


Gara femminile. Vita facile per la campionessa reggiana Isabella Morlini 18esima assoluta con il tempo finale di 45'53" in una gara orfana anche di Rosa Alfieri e Manuela Marcolini che hanno scelto all'ultimo di gareggiare in altre competizioni. Praticamente senza avversarie in grado di poterla impensierire la Morlini ha chiuso con 1'06" di vantaggio su Rita Bartoli portacolori dell'Atletica Impresa Po Reggiolo e con 2'40" su Elenora Turrini della Polisportiva Sampolese.

Reggio Emilia, in piazza Martiri la festa conclusiva di Vivicittà REGGIO EMILIA. Si è conclusa così com'è iniziata, in allegria, l'edizione 2018 di Vivicittà. Il tradizionale appuntamento primaverile che ha unito sportivi, famiglie e bambini in una sola iniziativa. Partecipata la festa finale in piazza Martiri del 7 Luglio.

Alle loro spalle la coppia della Podistica Correggio composta da Raffaella Malverti e Simona Rossi, Valeria Poltronieri (Circolo Minerva), Federica Boschetti (Mds Panaria Group), Chiara Ceci (Avis Montecchio), Elena Malvolti (Sportinsieme Castellarano) e Anna Maria Idda (Circolo Minerva).

Gruppi. La classifica riservata ai gruppi ha visto l'affermazione della Podistica Biasola con 147 atleti al via che ha preceduto il Gast (78) e la Podistica Correggio (74); completano Avis Novellara, Jogging Team Paterlini, Podistica Correggio, Podistica Faba, Jolly Ctl Bagnolo, Komodo e Cral Lombardini Kholer.

Aldo Spadoni

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik