Quotidiani locali

Vittima di un tentato furto, sfonda il vetro dell'auto dei ladri con un pugno

San Polo d'Enza, i carabinieri hanno rintracciato il malvivente, un 24enne di Quattro Castella, mentre ripuliva l'abitacolo dai vetri. Denunciato per tentato furto

SAN POLO D'ENZA. Ha sferrato un pugno spaccando il finestrino dell’auto dove il ladro, che aveva visto uscire dal suo furgone, era balzato per darsi alla fuga. Un particolare importante che con il numero di targa visto dal derubato, ha consentito ai carabinieri della stazione di San Polo d’Enza di rintracciare la macchina che si è data alla fuga e quindi il ladro. I carabinieri di San Polo d'Enza hanno denunciato per tentatoi furto aggravato un giovane di 24 anni, residente a Quattro Castella.Il ladro è stato bloccato mentre, con un aspirapolvere, stava ripulendo l’abitacolo dell'auto dai frammenti di vetro.

Tutto è cominciato alle 22 del 13 marzo scorso quando l’operatore in servizio al 112, a cui era stato segnalato un tentato furto su un furgone in sosta all’interno del parcheggio di un centro commerciale del Comune di Canossa, diramava le ricerche del tipo di veicolo e della targa del mezzo, a bordo del quale il ladro e il suo complice si era erano dileguati.

I malviventi erano fuggiti senza riuscire a prendere nulla perché erano stati scoperti dal proprietario del furgone che, nel tentaivo di bloccare l'auto sulla quale stavano fuggendo, ha colpito con un pugno il finestrino anteriore sinistro, infrangendolo. Sul posto i carabinieri hanno acccertato che il derubato, uscendo da un bar dove aveva cenato, notava che dal portellone posteriore del suo furgone Daily scendeva un uomo che, vistosi scoperto, saliva su una Fiat Bravo blu, condotta da un complice, che partiva a spron battuto.

Non così velocemente però da evitare che il derubato, resosi conto di quanto stava accedendo, non riuscisse a raggiungere la Bravo sferrando un pugno contro il finestrino. Grazie al numero di targa rilevato dal derubato e da altri testimoni, i carabinieri sono riusciti a risalire alll'intestario del veicolo, il 24enne di Quattro Castella, nella cui abitazione i militari hanno eseguito una perquisizione. Nei presi dell’abitazione, i carabinieri hanno trovato la Fiat Bravo con dentro il proprietario che con un aspirapolvere stava ripulendo l'auto dai vetri.

I carabinieri di San Polo d’Enza, grazie alle identificazioni

fatte dalla vittima e dai testimoni, hanno acquisito prove solide a sostegno della responsabilità del 24enne che è stato denunciato per furto aggravato in concorso. Avrebbe, infatti, ricoperto il ruolo di palo e di autista mentre il complice sarebbe stato l'autore materiale del tentato furto.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro