Quotidiani locali

Reggio Emilia, imprenditore evade 8 milioni di euro in tre anni

Aveva costituito una ditta individuale per il commercio all'ingrosso di abbigliamento e accessori che operava tra Milano e Casalgrande, poi ha chiuso l'attività e si è reso irreperibile.

REGGIO EMILIA. Aveva costituito una ditta individuale per il commercio all'ingrosso di abbigliamento e accessori che operava tra Milano e Casalgrande, ma dopo aver nascosto al fisco circa otto milioni di euro dal 2014 al 2016, ha chiuso l'attività e si è reso irreperibile.

Reggio Emilia, la Guardia di finanza scopre un evasore totale: frode al fisco per otto milioni Aveva costituito una ditta individuale per il commercio all’ingrosso di abbigliamento ed accessori, operante tra Milano e Casalgrande, ma dopo aver nascosto al fisco, per alcuni anni, i propri redditi, chiude l’attività e si rende irreperibile. E’ quanto accertato dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Emilia al termine di un’operazione avviata a seguito del rilevamento di numerosi indizi di pericolosità fiscale nei confronti di un imprenditore 33enne di origini cinesi, residente a Casalgrande. In particolare, è stato accertato che l’imprenditore, negli anni d’imposta dal 2014 al 2016, ha nascosto al fisco redditi per circa 6,5 milioni di euro e commesso violazioni all’IVA per circa 1,5 milioni di euro, omettendo le previste dichiarazioni fiscali e, pertanto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia per i connessi reati tributari.

Questo, per il momento, l'esito di un'operazione avviata dal nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Reggio Emilia «a seguito del rilevamento di numerosi indizi di pericolosità fiscale» nei confronti dell'imprenditore, un 33enne di origini cinesi residente a Casalgrande.

In particolare, le Fiamme gialle hanno accertato che l'uomo, negli anni d'imposta dal 2014 al 2016, «ha nascosto al fisco redditi per circa 6,5 milioni di euro e commesso violazioni all'iva per circa 1,5 milioni, omettendo le previste dichiarazioni fiscali», e per questo motivo «è stato denunciato alla procura di Reggio Emilia per i connessi reati tributari».

Le indagini, aggiungono i finanzieri, sono state particolarmente difficili «a causa dell'irreperibilità dell'imprenditore e della documentazione amministrativo-contabile della ditta», e infatti «sono state condotte usando le banche dati della guardia di finanza per la ricostruzione della posizione reddituale». Ora, concludono le Fiamme gialle, le investigazioni «proseguiranno per individuare eventuali ulteriori connesse situazioni di evasione fiscale».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro