Quotidiani locali

Correggio, sequestrati 70 abiti contraffatti

In un negozio la Finanza blocca felpe e t-shirt di marca “Thrasher”. Denunciato un 38enne

CORREGGIO. Un modenese di 38 anni, incensurato, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Reggio Emilia per contraffazione di marchi.

L’uomo, residente a Modena, gestisce un negozio nel centro storico di Correggio. E proprio nell’attività commerciale, nel tardo pomeriggio di martedì, i finanzieri si sono presentati, dipanando il filo di una serie attività di controllo economico del territorio finalizzate in particolar modo sui prodotti con marchi contraffatti.

«L’operazione fa parte di un filone piuttosto recente che stiamo seguendo sulla contraffazione: illeciti che si giocano sul filo di lana della registrazione dei marchi e della proprietà industriale, tali da falsare la concorrenza leale – spiega il colonnello Adriano Pelagatti del Comando provinciale reggiano –. In particolare durante un’indagine abbiamo individuato una partita di capi d’abbigliamento della nota griffe “Thrasher”, un noto marchio americano di vestiti casual molto richiesto dai ragazzi».

A Correggio le Fiamme Gialle hanno eseguito il sequestro di quella partita d’abbigliamento. I prodotti, settanta capi tra magliette e felpe con il logo della Thrasher, erano esposti sugli scaffali e pronti per essere venduti. Si stima che il materiale sequestrato, una volta immesso sul mercato, avrebbe garantito incassi illeciti per oltre duemila euro.

Resta da stabilire se il negoziante fosse consapevole di vendere merce fasulla

o se sia stato a sua volta tratto in inganno da rivenditori senza scrupoli.

«La tutela dei consumatori e dell’economia legale costituisce un obiettivo prioritario della Guardia di Finanza, che continuerà ad operare in questo ambito», conclude il colonnello. (am.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro