Quotidiani locali

Festa delle donne fra premi, cortei e proteste

Reggio Emilia: in Sala del Tricolore celebrate le “Reggiane per esempio”, in centro storico ha sfilato il corteo fucsia per dire no alla violenza

Reggio Emilia, in piazza il coro delle donne per l'8 marzo REGGIO EMILIA. La marea fucsia torna a colorare Reggio Emilia, come lo fece l’8 marzo scorso, per urlare ancora una volta con forza il suo no alla violenza sulle donne.

REGGIO EMILIA. Donne come esempi da seguire. Perché le donne sono state una figura fondamentale nel processo di crescita del nostro Paese, come ad esempio coloro che durante la seconda guerra mondiale hanno preso parte attivamente alla Resistenza partigiana, sia come staffette sia come vere e proprie donne combattenti. Oppure coloro che con fatica hanno contribuito alla nascita delle prime scuole dell’infanzia, che oggi sono diventate una delle eccellenze di Reggio Emilia non solo in Italia, ma nel mondo intero.

È questo lo spirito che ha contraddistinto nella giornata di ieri la nona edizione di "Reggiane per esempio", in cui il Comune di Reggio ha premiato le donne che, segnalate dalle molte associazioni attive per i diritti delle donne, si sono particolarmente contraddistinte. Due le categorie di premiazione: donne e giustizia e nuove reggiane. Per la prima categoria sono state premiate ex aequo Cristina Beretti e Maria Rita Pantani.

Reggiane per esempio, la premiazione in Sala del Tricolore REGGIO EMILIA. Con una cerimonia in Sala del Tricolore, nel giorno della festa delle donne, il sindaco Luca Vecchi e le assessore della sua giunta hanno premiato le Reggiane per esempio. Tra queste, il nuovo presidente del tribunale Cristina Beretti e il sostituto procuratore Maria Rita Pantani. IL CORTEO IN CENTRO: FOTO e VIDEO

Entrambe sono state premiate in Sala del Tricolore dal sindaco Luca Vecchi, presente insieme alle assessore Natalia Maramotti, Raffaella Curioni e Serena Foracchia. Le motivazioni che hanno portato a questa scelta, lette dal sindaco, sono per Cristina Beretti “Il riconoscimento per le doti professionali, umane e relazionali mostrate, con una spiccata dote di leadership e con una forte personalità. Ha saputo condurre il proprio ruolo di giudice con grande competenza e dignità. Cristina Beretti è la prima donna presidente del Tribunale di Reggio Emilia”.

leggi anche:



A Maria Rita Pantani il riconoscimento è andato per “La straordinaria personalità, il talento e l’impegno profuso nella tutela della persona, della famiglia e dei soggetti deboli”.

Ex aequo anche la premiazione per le nuove reggiane, suddivise in categorie Over e Under 40. Nella categorie Over 40 sono state premiate Julie Jo Vollertsen e Faiza Mahari. La pallavolista americana, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Los Angeles ’84 è stata premiata “Per gli eccellenti risultati sportivi ottenuti e per la passione nel promuovere lo sport alle nuove generazioni, oltre ad aver regalato alla città di Reggio Emilia tante soddisfazioni con la maglia della Pallavolo Reggiana”.

Faiza Mahari è stata premiata per “Il costante impegno sociale volto a favorire la convivenza e il dialogo fra le culture e per la forza dimostrata nel difendere i diritti umani”. Nella categoria Under 40 il riconoscimento è andato a Irene Macias Pavon per “La sensibilità e l’attenzione dimostrata verso temi di fondamentale importanza come la cura per l’ambiente e la trasmissione al prossimo” e a Therese Elvire Etoundi Edima per “Il coraggio, l’impegno e la tenacia che l’hanno portata dal Camerun ad eccellere nella comunità medica di Reggio Emilia”.

Ospite della giornata in Sala del Tricolore Maria Grazia Panunzi, storica e presidente di Aidos l’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo che ha posto l’attenzione un tema come quello delle mutilazioni genitali femminili per il quale nelle scorse settimane anche l’amministrazione reggiana ha sottoscritto un protocollo d’intesa per la prevenzione di questa pratica.



Alle 18 ha preso poi il via il corteo di Non una di Meno, che per il secondo anno consecutivo ha sfilato per le strade del centro storico della città, coinvolgendo tantissime donne che, come l’anno scorso, hanno colorato le strade di fucsia urlando il proprio “no” alla violenza sulle donne.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro