Quotidiani locali

Studenti, minorenni e ladri per vestire alla moda: boom a Reggio Emilia

I militari dell’Arma segnalano non casi isolati ma una vera e propria moda tra ragazzini spesso studenti incensurati anche appartenenti a buone famiglie

REGGIO EMILIA. Boom di furti di capi di abbigliamento nei principali centri commerciali di Reggio Emilia ad opera di studenti adolescenti, ladri improvvisati perchè animati dal desiderio di vestire alla ’modà a tutti i costi: questo il recente fenomeno registrato dai carabinieri reggiani al termine di diversi interventi nei principali negozi della città, in particolare nel centro «I Petali».

I militari dell’Arma, dunque, segnalano non casi isolati ma una vera e propria moda tra ragazzini spesso studenti incensurati anche appartenenti a buone famiglie. Gli ultimi due episodi in ordine cronologico hanno visto come protagonisti due 15 enni reggiani denunciati per furto e traditi dalla loro poca esperienza.

I due minori, questa la ricostruzione degli investigatori, hanno avuto l’accortezza di staccare i dispositivi antitaccheggio presenti sui capi di abbigliamento ma non sono stati attenti alla presenza di un ulteriore dispositivo che all’uscita si è attivato dando l’allarme.

Nei loro zaini i carabinieri hanno trovato felpe, t-shirt, pantaloni in precedenza trafugati nei negozi. I due studenti sono stati sottoposti alla misura pre-cautelare

dell’accompagnamento a seguito di flagranza e quindi condotti in caserma dai carabinieri del nucleo radiomobile di Reggio Emilia.

Al termine delle formalità di rito sono stati affidati ai rispettivi genitori a dir poco sorpresi per la condotta dei loro figli che credevano a scuola.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro