Quotidiani locali

Reggio Emilia, Ligabue annuncia una pausa: "Non voglio scadenze"

In un videomessaggio pubblicato sul suo profilo Facebook il Liga ha smentito le voci circa dei suoi concerti nel 2018: "Dopo due anni così, ho bisogno (e addirittura voglia, in questo caso) di non avere scadenze davantiì"

Musica, l'annuncio di Ligabue: "Mi serve una pausa, non voglio scadenze" "Ho bisogno, e addirittura voglia, di non avere scadenze davanti. Sono bufale quelle che leggete in giro su eventuali concerti che dovrei fare quest'anno". Luciano Ligabue ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un videomessaggio in cui spiega che dopo un film e il suo ultimo tour ha bisogno di una pausa e che non ci sono novità rispetto al suo nuovo album Video: Facebook/Ligabue

REGGIO EMILIA. «Ho bisogno e voglia di non avere scadenze davanti». Luciano Ligabue si prende una pausa, e annuncia il periodo sabbatico con un post sui suoi profili social, anche per smentire le voci circolate nelle ultime settimane circa dei suoi possibili concerti nel 2018.

«Ciao a tutti, sento il bisogno di farvi un pò il riassunto delle puntate precedenti: un concept album scritto e realizzato, il concertone di Monza, l’uscita dell’album con il tour promozionale annesso piuttosto corposo, il tour nei palasport con 52 date». Così esordisce il Liga mentre si rivolge ai suoi fan nel messaggio pubblicato su Facebook.

«In mezzo, sapete - racconta - lo stop dovuto all’operazione per le corde vocali che ha fatto sì che nel frattempo io finissi di scrivere il film e lo realizzassi; ripresa del tour, finiamo il tour, finisco anche la postproduzione del film. Finalmente il film esce e di conseguenza sono lì a fare il tour promozionale altrettanto intenso, se non di più che non per quello che ha riguardato il disco.

L'anteprima di Made in Italy a Correggio, Ligabue: "In sala c'è anche mia mamma, speriamo le piaccia" CORREGGIO. Luciano Ligabue nella sua Correggio per l'anteprima di Made in Italy. "Sono contento di aver fatto l'anteprima a Correggio - dice prima di entrare - in sala ci sono i miei amici, c'è anche mia mamma. Spero solo di non prendere pomodori in faccia da loro". E del film racconta: "Radiofreccia è una storia ambientata in una Correggio degli anni Settanta, Made in Italy è ambientato nei posti che conosco. Ci ho messo tutta la passione che avevo, ma i film è meglio vederli e poi parlarne... quindi buona visione a tutti".

Tanta roba per questi due anni! Tanta roba secondo me giusta perché "Made In Italy" vè il progetto, per me, più ambizioso della mia carriera. Io ancora ho ricevuto degli echi sul film che mi hanno veramente commosso; mi sento di ringraziarvi veramente ancora di più rispetto al solito e sapete che tendo a farlo perché credo che sia un buon modo per ricordarvi quanto la vostra presenza sia preziosa per me».

«Detto questo - conclude - avrete capito che dopo due anni così, ho bisogno (e addirittura voglia, in questo caso) di non avere scadenze davanti. Sono bufale quelle che leggete in giro su eventuali concerti che dovrei fare quest’anno.

Non sappiamo niente nemmeno rispetto al disco perché ancora non c’ho pensato, non so quando comincerò a realizzare l’album però, insomma, siamo qui, siamo presenti, saremo presenti con i social ogni tanto e per il resto ci vediamo al più presto possibile. Ciao!».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro