Quotidiani locali

Vai alla pagina su Elezioni politiche 2018
Elezioni 2018, Reggio Emilia conquista nove poltrone: vita e curricola dei nuovi parlamentari

Elezioni 2018, Reggio Emilia conquista nove poltrone: vita e curricola dei nuovi parlamentari

Oltre ai quattro eletti in quota Partito Democratico la volata del centrodestra e del Movimento 5 Stelle ha più che raddoppiato la cifra del parlamentari reggiani. Ecco chi sono i sette deputati e i due senatori

REGGIO EMILIA. Al di là delle valutazioni e delle appartenenze politiche, quel che è certo è che nella XVIII legislatura ci sarà una rappresentanza reggiana da guinness. Oltre ai quattro eletti in quota Partito Democratico, infatti, la volata del centrodestra a trazione leghista e del Movimento 5 Stelle hanno più che raddoppiato la cifra del parlamentari nostrani, salita a nove: sette deputati e due senatori.

GRAZIANO DELRIO (Pd). Nel “Collegio uninominale 17 ” alla Camera Graziano Delrio ha superato abbondantemente la deputata uscente del Movimento 5 Stelle, Maria Edera Spadoni, garantendosi un posto da deputato in questa legislatura. Laureato in Medicina con specialistica in endocrinologia, a 22 anni ha sposato Anna Maria: insieme hanno nove figli, cinque femmine e quattro maschi.

È stato sindaco di Reggio Emilia dal 2004 al 2013 – divenendo il primo sindaco di Reggio dal 1945 a non aver militato nel Pci – e ministro per gli Affari regionali e le autonomie nel governo Letta. Nel Governo Renzi ha rivestito la carica di sottosegretario alla Presidenza del consiglio dei ministri fino al 2 aprile 2015, prima della sua nomina a ministro delle Infrastrutture e dei trasporti dal 2 aprile 2015, inizialmente nel Governo Renzi e poi riconfermato in carica nel Governo Gentiloni.

leggi anche:

montecitorio

Reggio Emilia, i commenti degli eletti e dei rappresentanti dei partiti

Elezioni 2018: i tre reggiani del Pd eletti in Parlamento _ GRaziano Delrio, Vanna Iori e Antonella Incerti _ parlano del loro personale successo e della debacle della loro coalizione. Soddisfazione per Movimento 5 stelle, attraverso le parole della deputata Maria Edera Spadoni, e della Lega

VANNA IORI (Pd). Nel “Collegio uninominale 06” al Senato Vanna Iori, candidata del Pd per la coalizione di centrosinistra, ha sconfitto la leghista Claudia Bellocchi. Nata a Poviglio nel 1948, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Pedagogia presso l’università degli studi di Bologna e attualmente insegna “Pedagogia della comunicazione” e “Pedagogia della Famiglia” presso la sede di Piacenza dell’università Cattolica di Milano.

Ha scritto numerosi volumi monografici e oltre duecento saggi pubblicati da riviste scientifiche specializzate, nazionali e internazionali. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta deputata della XVII legislatura nella circoscrizione XI Emilia Romagna ed è stata membro della II Commissione permanente (Giustizia) nonché della Commissione parlamentare per l’infanzia e l'adolescenza.

Elezioni 2018, Maino Marchi (Pd): "Siamo al di sotto delle peggiori aspettative" REGGIO EMILIA. Il deputato uscente Maino Marchi, rappresentante del Pd reggiano, commenta gli exit poll e le prime proiezioni, che parlano in modo netto di una bruciante sconfitta del Pd. LEGGI L'ARTICOLO

ANDREA ROSSI (Pd). Il misterioso meccanismo del Rosatellum bis, fatto di pluricandidature e calcoli infiniti, ha consentito l’ingresso in Parlamento anche del settosegretario alla Regione, Andrea Rossi, eletto nel collegio di Ferrara alla Camera. Nato a Scandiano, nel 1976, diplomato, casalgrandese da sempre, è figlio di una casalinga e di un artigiano, con il quale ha mosso i primi passi in azienda.

Nel 2004 viene eletto sindaco di Casalgrande, incarico che mantiene per due mandati. Guida la Sinistra Giovanile dal 1997 al 1999 e l’Organizzazione del Partito Democratico di Reggio Emilia fino al 2013. Eletto consigliere regionale nel 2014 – incarico che lascia dopo la sua elezione alla Camera – oggi è anche responsabile dell’organizzazione nazionale del Partito Democratico. Rossi è anche organizzatore della festa regionale del Pd che si tiene a Villalunga.

leggi anche:

ANTONELLA INCERTI (Pd). Nel “Collegio uninominale 11” alla Camera, il vincitore eletto è Antonella Incerti, la candidata del Pd per la coalizione del centrosinistra con il 31,68% dei voti, che ha vinto contro la candidata M5s Rossella Ognibene che ha ottenuto il 30,47%. Nata a Parma il 7 luglio 1960, il 23 aprile 1995 viene eletta consigliere comunale di Albinea per il Pds e dal 16 luglio 1999 al 13 giugno 2004 ricopre la carica di assessore sempre nella giunta comunale di Albinea.

Il 13 giugno 2004 è eletta nuovamente sindaco di Albinea in rappresentanza di una lista civica di Centrosinistra e alle elezioni comunali dell’8 giugno 2009 viene riconfermata alla carica di primo cittadino. Nel 2013 viene eletta alla Camera ed entra a far parte della IX Commissione Lavoro. Il 4 maggio 2015 è tra coloro che si astiene dal votare l’Italicum, la legge elettorale approvata dalla Camera.

GIANLUCA VINCI (Lega). Gianluca Vinci, 37 anni e avvocato reggiano, è il segretario del Carroccio emiliano ed è in partenza per Roma dove siederà a Montecitorio grazie ai risultati ottenuti nel collegio plurinominale P04 alla Camera. L’avvocato Vinci inizia la sua carriera politica come segretario provinciale dei Giovani Padani quando il partito era guidato da Angelo Alessandri e successivamente viene eletto Consigliere Comunale, quindi segretario provinciale di Reggio Emilia e infine segretario dell’Emilia.

Elezioni 2018, Gianluca Vinci (Lega) commenta soddisfatto le prime proiezioni REGGIO EMILIA. Il reggiano Gianluca Vinci, candidato della Lega, commenta gli exit poll e i primi risultati delle Politiche, che vedono il suo partito fare un balzo in avanti rispetto alle precedenti elezioni. LEGGI L'ARTICOLO

Fedelissimo del leader Matteo Salvini, vinci fa di questa lealtà la sua forza incurante delle scissioni e delle fuoriuscite di diversi esponenti storici del Carroccio locale, più vicini alla vecchia linea bossiana del “prima il nord”. Una strategia che alla lunga si è comunque rivelata vincente, visti i risultati ottenuti dalla Lega anche in Regione.

BENEDETTA FIORINI (FI). Forza Italia porta a Roma la 41enne reggiana Benedetta Fiorini, prima nel collegio uninominale 10 per la camera a Sassuolo, che è riuscita a mettere in fila alle sue spalle Michele Dell’Orco, deputato uscente del M5S e nientemeno che il ministro del Pd Claudio De Vincenti che non è proprio riuscito a fare breccia nel territorio modenese.

Benedetta Fiorini, laurea in Scienze delle Comunicazioni a Reggio, master in comunicazione d’impresa, ha lavorato a Max Mara, Fineco Bank e attualmente è a Unicredit. Dal 2012 al 2014 ha svolto l’incarico di addetta stampa del Gabinetto del ministro degli Interni durante il governo Monti e poi di vice portavoce del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri durante il governo Letta. Nel 2014 si è occupata di relazioni istituzionali al Csm. Sposata, è madre di un bimbo piccolo.

Elezioni, Di Battista: "Trionfo M5s, ora tutti dovranno parlare con noi" E' quanto ha detto Alessandro Di Battista rilasciando una dichiarazione alla stampa al comitato elettorale del M5s a Roma. "Se i dati saranno confermati si tratterà di un trionfo dei 5 Stelle, di una vera e propria apoteosi e la dimostrazione della bontà del lavoro che abbiamo fatto. Ma soprattutto, tutti dovranno venire a parlare con noi e lo faranno nel segno della trasparenza", ha detto il pentastellato.di Francesco Giovannetti

MARIA EDERA SPADONI (M5s). La deputata uscente del Movimento 5 Stelle Maria Edera Spadoni, arrivata seconda nella sfida all’uninominale contro Graziano Delrio, è invece riuscita a spuntarla al collegio plurinominale P04 dove era candidata in prima posizione, ottenendo così la riconferma del suo seggio alla Camera. Nata a Montecchio nel 1979, nel 1997 conclude il quarto anno di liceo negli Stati Uniti, diplomandosi alla Penncrest High School di Media, Pennsylvania.

Si laurea nel 2004 all’università di Bologna, facoltà di lingue e letterature straniere moderne e nel 2007 lavora come assistente di volo. Politicamente attiva con gli “Amici di Beppe Grillo” di Reggio Emilia dal 2007, nello stesso anno partecipa al V-Day per “Parlamento Pulito”. Nel 2009 si candida per la lista civica Reggio Emilia 5 Stelle alle elezioni comunali di Reggio Emilia, senza riuscire ad entrare nel consiglio comunale. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta deputata.

DAVIDE ZANICHELLI (M5s). Secondo in lista al plurinominale dopo la Spadoni, ce l’ha fatta anche il guastallese Davide Zanichelli, classe ’83. L’ex capogruppo in consiglio comunale a Guastalla dal 2009 al 2012, pentastellato della prima ora, attualmente è residente a Gualtieri, è dipendente nella società di logistica della Ralph Lauren e possiede una laurea magistrale in ingegneria informatica conseguita all’università degli studi di Parma. Appassionato di computer e informatica, recentemente si è «appassionato alle possibili applicazioni legate alla ricostruzione 3D e ai meccanismi di volo automatizzato».

MARIA LAURA MANTOVANI (M5s). La 52enne Maria Laura Mantovani si è laureata in matematica nel 1989 e si può dire che internet sia la sua vita. Nel suo curriculum spiega ampiamente che «per il contributo dato negli anni 1990-1994» all’università di Modena «sono elencata tra i “Pionieri di Internet” per la rete della ricerca in Italia». La Mantovani ha scelto di candidarsi in memoria di suo marito Janus Sikorski, deceduto poco tempo fa, e convinto attivista del Movimento 5 Stelle.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro