Quotidiani locali

Auto sull’argine rifatto ma è vietato

Il comitato alluvione di Lentigione avverte Aipo e Comune. Stop anche alle bici

BRESCELLO. Nonostante la presenza delle transenne e i cartelli di divieto, ci sono persone che, incuranti delle conseguenze, continuano a percorrere la ciclabile sull’argine di Lentigione, rifatto nelle scorse settimane dopo il passaggio della piena dell’Enza.

Non si tratta soltanto di persone che transitano per fare footing o per fare due passi col cane: c’è anche chi percorre la ciclabile in bicicletta o, addirittura, in macchina. Un comportamento da irresponsabili in quanto l’argine è ancora “fresco” e telonato.

La situazione è stata segnalata alle autorità – Aipo e Comune – dai componenti del “Comitato cittadino alluvione Lentigione” e da altri cittadini che hanno fatto presente la criticità anche sui social in quanto preoccupati che la condotta di questi cittadini possa compromettere la sicurezza di tutti. I divieti, in effetti, sussistono per motivi reali e non certo per capriccio: l’eventuale strappo di alcuni tratti potrebbe infatti interrompere il processo di consolidamento del terreno, che troverebbe ostacolo anche nel caso di passaggio di mezzi pesanti come le automobili.

L’argine era stato ricostruito negli ultimi giorni dell’anno e coperto da una telonatura per circa 180 metri, a fronte dei 160 lungo i quali si era verificata la rottura.

I teloni sono poi stati “picchettati” e rinforzati con centinaia di sacchetti, nell’attesa che la terra fresca del nuovo tratto di argine arrivi a seccarsi e irrobustirsi. Per questo processo ci vorranno diversi mesi e la telonatura aiuterà a scongiurare eventuali pericoli.

Il rifacimento dell’argine era stato portato a termine in tempi molto rapidi. In media, per un’operazione di questo tipo occorre circa un mese,

mentre in questo caso il tratto interessato dalla rottura è stato ripristinato nel giro di una decina di giorni. Intanto, gli occhi dei lentigionesi nei prossimi giorni saranno puntati al cielo: sono infatti previste nevicate e abbondanti nel bacino montano dell’Enza. (a.v.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro