Quotidiani locali

Un fuoripista causa una valanga sulla cima della Nuda

Lo sciatore ha scatenato il movimento nevoso al Cerreto Nella zona il rischio era a livello 3. Identificato dai carabinieri

VENTASSO. Per i carabinieri, è dovuta a un comportamento imprudente di uno sciatore, che avrebbe potuto mettere a rischio anche altri utenti della montagna, la seconda slavina che si è verificata ieri, sulla cima della Nuda a pochi metri dalle piste di Cerreto.

Un movimento fortunatamente limitato, che si è fermato dopo pochi metri, ma che segnala lo stato di instabilità del manto nevoso, del resto già segnalato ampiamente nei giorni scorsi.

Autore della discesa è stato uno scialpinista, fortunatamente riuscito a uscire dalla valanga, che i carabinieri sciatori hanno identificato in un35enne reggiano. L’uomo è risultato essere in possesso di tutte le dotazioni di autosoccorso, previste dalla normativa. Secondo la ricostruzione dei militari in forza alla stazione di Collagna, l’uomo aveva risalito il versante con attrezzature da sci alpinismo, raggiungendo quota 1.870 metri. Una volta in cima ha iniziato la discesa che ha causato il distacco della valanga (nella zona era indicato un rischio valanga 3) da un versante, da cui fortunatamente non è rimasto coinvolto. La slavina non ha interessato le piste e si è verificata questa mattina intorno alle 8.15 quando gli impianti erano chiusi.

Anche il Comune di Ventasso, insieme a quello di Villa Minozzo, ieri aveva emanato una ordinanza per richiamare alla massima prudenza i frequentatori del crinale. L’ordinanza impone, insieme ad altre norme comportamentali, che su tutte le aree sciabili servite da impianti di risalita in orario di apertura degli impianti tutti gli sciatori, qualunque sia la disciplina praticata – sci, carving, snowboard, telemark, eccetera – si attengano rigorosamente al “Decalogo comportamentale dello sciatore”.

Salvo autorizzazione dei gestori dell’area sciabile attrezzata, è vietato sciare o percorrere le piste in orario di chiusura degli impianti, per la concomitante presenza di gatti delle nevi e altri mezzi battipista operanti. È assolutamente vietato percorrere le piste con mezzi quali slittini, bob, palette o altri manufatti. Per queste attività ci si può spostare in campi e aree dedicate, fuori delle piste. Entrambe le ordinanze prevedono sanzioni ai trasgressori delle norme. Il testo completo sui

siti del Comune di Ventasso (www.comune.ventasso.re.it) e di Villa Minozzo (www.comune.villa-minozzo.re.it).

I carabinieri raccomandano un’attenta valutazione del pericolo e consigliano di consultare il bollettino Meteomont (www.meteomont.org o attraverso l’app gratuita).

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro