Quotidiani locali

Morto il meccanico Rossi un pioniere dei motori

Casina, aveva 95 anni. Il partigiano “Attila” fu tornitore alle Officine Reggiane  Dopo la guerra gestì diverse rivendite di moto e auto. Domani i funerali a Coviolo

CASINA. Renzo Rossi è scomparso venerdì scorso a 95 anni. La sua vita di meccanico è quasi un compendio della motorizzazione in montagna. Ha cominciato giovanissimo a occuparsi di motori, quando per aggiustare un trattore bisognava saper progettare una bronzina, fondendo il metallo e poi modellandolo con lima e calibro, un po’ come nell’età del bronzo.

Nato a Migliara, aveva fatto il tornitore alle Reggiane, e il servizio militare come aviere. Partigiano, nome di battaglia Attila, aveva partecipato ad alcune azioni senza arrivare allo scontro a fuoco. Non si sentiva un eroe sottovalutato, sapeva bene che in quei giorni tutti i suoi coetanei erano schierati e pronti a fare quel che si doveva fare.

Meccanico di biciclette a Felina, poi di moto; e venditore di Mival e Ducati in via del Predale a Casina, e infine di Nsu-Prinz in via Roma, appena fuori dal paese. Fino alla fine è stato lucido, con una memoria e una volontà invidiabile. L’addio è previsto alle ore 11.30 di domani, lunedì 5

marzo, al cimitero di Coviolo. Dopo la cremazione sarà tumulato al cimitero di Casina.

Lascia la moglie Pierina, le figlie Ivanna (scrittrice, ex insegnante, un passato da assessore e consigliere regionale) e Lia, la nipote Annalia e le loro famiglie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro