Quotidiani locali

Atalanta-Borussia, Reggio si barrica per il match ad alto rischio

Tifosi bergamaschi e tedeschi pronti ad arrivare in città già dal mattino. Ecco il piano di sicurezza e le misure al traffico per il match del Mapei

REGGIO EMILIA. La macchina organizzativa della sicurezza e dell’ordine pubblico si prepara ad affrontare la sfida fra Atalanta e Borussia Dortmund, nella decisiva gara di ritorno dei 16esimi di finale della Uefa Europa League.

RISCHIO 4. Il match, in programma domani alle 21.05 al Mapei Stadium-Città del Tricolore, è stato classificato dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive con un indice di rischio 4, il più alto fra quelli previsti. In città sono attesi circa 21.500 tifosi. Ed è anche per questo che sono in arrivo nutriti rinforzi da parte delle forze dell’ordine, nell’ordine di alcune centinaia, che metteranno in campo sia i reparti speciali sia i servizi anti-terrorismo. Oltre 16mila i sostenitori della squadra bergamasca in arrivo, pronti a dare pieno supporto agli uomini di Gasperini, chiamati a ribaltare lo spettacolare 3-2 dell’andata al Signal Iduna Park.

IL MURO DEI TEDESCHI. Da Dortmund, invece, sono circa quattromila i tifosi che si metteranno in viaggio. E se nel match di andata gli ultras atalantini hanno ricevuto i complimenti delle forze dell’ordine tedesche per il comportamento dimostrato in Germania, qui a Reggio a tenere alta la soglia di allerta è soprattutto la rete di gemellaggi fra i sostenitori delle due formazioni.

LE RIVALITÀ. Gli ultras dell’Atalanta, infatti, sono gemellati con quelli dell’Eintracht di Francoforte, rivali storici del Borussia e, nella fase a gironi, a novembre, già protagonisti di scontri e tafferugli, in occasione della partita di Liverpool fra i bergamaschi e l’Everton. Dalla Baviera, sono circa 300 i tifosi che si metteranno in marcia per raggiungere Reggio e tifare contro il Dortmund. Quanto al Borussia, i tifosi tedeschi sono gemellati con Napoli, Catania e Ancona: tifoserie storicamente ostili a quella atalantina, con cui in passato non sono mancati momenti di altissima tensione. Da Napoli non è previsto l’arrivo di gruppi organizzati. Da Ancona e Catania, invece, sono attesi due gruppi di una decina di ultras ciascuno. E, come in ogni evento sportivo ad alta tensione, c’è l’incognita di possibili “cani sciolti”.

A1 SOTTO OSSERVAZIONE. I tifosi tedeschi arriveranno in città in autobus, auto e aereo, con scali a Bergamo, Milano e Bologna. Il servizio di osservazione predisposto dal Gos, Gruppo operativo della sicurezza nel quale siedono rappresentanti della Prefettura, delle istituzioni e di tutte le forze dell’ordine, partirà domani dalle 8 e fino alla mezzanotte, monitorando ogni fase dell’afflusso di spettatori. A cominciare da possibili incolonnamenti al casello dell’A1, con lo scopo di evitare che le tifoserie opposte entrino in contatto.

RIVOLUZIONE TRAFFICO. Proprio in considerazione del grande afflusso di pubblico, la viabilità nelle vicinanze dello stadio e in parte dell’Area nord potrà subire modifiche. In particolare, con lo scopo di favorire l’avvicinamento e il deflusso dei tifosi, lo scorrimento del traffico ordinario e i parametri di sicurezza per i pedoni, potranno essere attivati all’occorrenza provvedimenti di chiusura di alcune strade, nel prepartita e fino al completo deflusso del pubblico dallo stadio. Le modifiche della viabilità potranno riguardare via Gramsci, viale Morandi e le zone intorno a Mancasale, alla Mediopadana e al casello dell’autostrada. Anche per questo, saranno 90 gli agenti della Municipale in servizio già dal mattino. Sempre domani, per garantire il pattugliamento e la regolazione del traffico, gli uffici della Municipale di via Brigata Reggio chiuderanno alle 13. La riapertura riprenderà venerdì, dalle 8.30 alle 19 (sabato e prefestivi dalle 8.30 alle 13).

IPOTESI STRADE INTERROTTE. Eccetto i residenti, a cui verrà garantita la possibilità di raggiungere la propria abitazione, domani potrebbero essere interrotte al traffico via Ruini, via Gramsci (tra via Filangieri e viale Regina Margherita), via Del Chionso (tra via Gramsci e via Saragat), via Taddei, via Petrella (dall’incrocio con via Cavallotti), via Delle Ortolane (ad eccezione dei genitori diretti alla scuola Andersen, che potranno accedere).

POMERIGGIO DI FUOCO. L’arrivo dei tifosi, che raggiungeranno la zona dello stadio sia con mezzi collettivi (pullman), sia con mezzi privati (auto), è previsto iniziare domani dalle 16.

DIVIETI DI SOSTA. Dalle 7 alle 24 di domani, inoltre, all’interno del quadrilatero di vie che circonda lo stadio, entrerà in vigore il divieto di sosta per qualsiasi vettura e, dall’inizio del divieto in poi, saranno rimossi tutti i mezzi in sosta in via e piazzale Romano, piazzale Lari, piazzale Battelli, via Duo, piazzale Atleti azzurri d’Italia, piazzale Del Grosso. Su alcune strade che circondano lo stadio, la direzione di marcia dovrà seguire gli obblighi temporanei istituti per la viabilità.

CALATRAVA A SENSO UNICO. Sul ponte Sud di Calatrava (corsia dalla città verso Bagnolo) verrà chiuso lo svincolo che porta all’uscita dell’autostrada.

RIFIUTI. Per motivi organizzativi, domani ci saranno alcune variazioni nell’esposizione dei contenitori dei rifiuti e nelle operazioni di raccolta. In via Ruini, via Levi, via Gramsci (civici pari da 48 a 98, civici dispari da 5 a 51), viale Duo, viale Romano domani i rifiuti non dovranno essere esposti, anche se è previsto dal calendario. L'esposizione dovrà avvenire solo alla mattina di venerdì entro le 9 (per info numero verde Iren 800 212607).

CASA DELLA SALUTE. La Direzione dell’Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia informa che domani la Casa della Salute Nord

di via Gramsci sarà chiusa dalle ore 14. Tutte le attività programmate sono state spostate. Anche la struttura per la salute mentale di via Petrella domani chiuderà alle 14: le eventuali urgenze saranno gestite dal Centro di Salute mentale di via Amendola.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro