Quotidiani locali

Vai alla pagina su Festival di Sanremo 2018
Sanremo 2018, il successo dello Stato Sociale parla anche reggiano

Sanremo 2018, il successo dello Stato Sociale parla anche reggiano

Max Collini,  leader degli Offlaga e padre putativo della band bolognese, canta anche nell’ultimo singolo del gruppo arrivato secondo al Festival. Il loro promoter? È Lorenzo Bedini di Montecavolo 

REGGIO EMILIA. «Non tifavo così tanto dai Mondiali del 2006, solo che questa volta siamo arrivati secondi». Parola di Max Collini.

Una delle sorprese del festival di Sanremo appena concluso è il secondo posto dei bolognesi Lo Stato Sociale, band indie con un seguito radicato e un amico speciale a Reggio, Max Collini. Il cantante e autore dei testi degli Offlaga Disco Pax e di Spartiti, a fianco di Massimo Zamboni nel bellissimo spettacolo sul centenario della rivoluzione sovietica, è legato da anni allo Stato Sociale.

Foto, video e articoli: il nostro speciale sul Festival di Sanremo

E d’altronde i ragazzi bolognesi hanno sempre indicato gli Offlaga Disco Pax e le grandi capacità narrative di Collini come un modello chiaro e riconosciuto; entrambi sono poi per molti versi un’evoluzione di una linea musicale che risale – fra tanti salti – alla Reggio degli anni ’80 e a una storia chiamata Cccp Fedeli alla linea.

Sanremo 2018, Lo Stato Sociale: "Siamo pesci fuor d'acqua qui" Sanremo 2018, Lo Stato Sociale: "Siamo pesci fuor d'acqua qui"Una performance che ha risvegliato il pubblico sul palco dell'Ariston con il loro brano 'Una vita in vacanza' e la coreografia di Nico e Patty "la vecchia che balla". Di lei raccontano: "La strofa della canzone ci ha fatto cercare un'anziana ballerina e abbiamo trovato lei".L'intervista di Alessandra VitaliVideo di Francis D'Costa

L’amicizia fra Collini e Lo Stato Sociale, in particolare con Lodovico “Lodo” Guenzi, è nata nel 2012, ai tempi del primo disco dei bolognesi, “Turisti della democrazia”, anche se non è da escludere qualche contatto “involontario” negli anni precedenti negli studi di Radio Fujiko, dove sia Collini che i futuri componenti del gruppo conducevano programmi.

Sanremo 2018, l'applauso della sala stampa allo Stato Sociale La band bolognese è stata accolta trionfalmente anche dai giornalisti, che hanno votato al primo posto la canzone "Una vita in vacanza" attribuendole il Premio Lucio Dalla. "E' incredibile" hanno commentato i ragazzi dello Stato Sociale, che lunedì alle 18 saranno alla Feltrinelli di Piazza Ravegnana.VIDEO di GIORGIA OLIVIERILEGGI L'ARTICOLO

Da oltre un lustro il rapporto è intenso, segnato da dischi, concerti, omaggi. Dalle citazioni nel 2012 alla nuova versione di “Sono così Indie” appena uscita, dal palco condiviso a Correggio nel 2015 per Materiale Resistente a un vero tributo: “Linea 30” de Lo Stato Sociale è un inchino a “Sensibile” degli Offlaga- Stesso tema: la strage di Bologna del 2 agosto 1980.

«Nel loro ultimo singolo “Sono così Indie” la mia voce è assieme a quella di Jovanotti e Mara Maionchi, mai nella vita l’avrei detto – racconta Collini –. Non mi sarei perso il loro Festival, li ho seguiti e per tutta la settimana ho fatto un tifo pazzesco, non tifavo così tanto dai Mondiali di calcio del 2006, l’unica differenza è che allora abbiamo vinto, ma credo che abbiano fatto comunque qualcosa di speciale», sorride il cantante reggiano.

Gli operai di Pomigliano a Sanremo: "Il vero voto utile va allo Stato Sociale" Quando hanno visto i loro nomi sulle giacche dei ragazzi dello Stato Sociale, il giovane gruppo bolognese in corsa a Sanremo 2018, non potevano credere ai loro occhi. Così hanno invitato tutti gli operai d'Italia a votare per Lo Stato Sociale, "il vero voto utile, altro che quello del 4 marzo". E poi sono partiti per la Liguria. Ed è sbarcata a Sanremo la storia di Marco Cusano, Mimmo Mignano, Antonio Montella, Massimo Napolitano e Roberto Fabbricatore, i 5 operai Fiat che furono licenziati dallo stabilimento di Pomigliano dopo la denuncia in chiave satirica della morte di alcuni colleghi. "Il tribunale ci ha reintegrato - spiegano i tre arrivati a Sanremo - ma l’azienda non ci fa lavorare, siamo fermi a pieno stipendio, mentre chi lavora prende meno di noi. E’ pazzesco che la politica non dica nulla e siano dei cantanti a parlare della vicenda"di Giulia Destefanis

«Li accusano di essere superficiali, ma non lo sono, anzi. Basta guardare le loro prese di posizione. Cercano di essere leggeri e di dare contenuti, e non è facile. Loro ci riescono, anche il loro testo lo chiarisce bene». Gli Offlaga sono padri putativi dello Stato Sociale, sotto tanti aspetti: «Ci sono anche tante differenze, loro sono sempre stati pronti alla leggerezza, noi eravamo più rigorosi, ma i legami sono tanti, ci hanno sempre citato. Ed entrambi condividiamo l’ironia e una carriera iniziata dal basso, dal bassissimo. I ragazzi sono stati bravi a costruirsi delle basi solide, un seguito costante».

Sanremo 2018: chi è Paddy Jones, la nonna ballerina dello Stato Sociale Si chiama Paddy Jones, è nata nel 1934 ed è subito diventata la star dell'edizione 2018 del Festival, sul palco dell'Ariston insieme agli Stato Sociale. L'arzilla 83enne si è esibita in un ballo acrobatico insieme al fido compagno di danza Nico

L’immagine sanremese è ovviamente distorta, ma le accuse, soprattutto dal mondo indie che avrebbero tradito, è di essere troppo leggeri. «Essere leggeri e dare contenuti insieme non è facile, e loro ci riescono. Non sono superficiali, anche quando lo possono sembrare. D’altronde, anche io ho ricevuto messaggi sui social un po’ strani: persone che ammirano il mio lavoro e si stupiscono che io apprezzi Lo Stato Sociale».

A Sanremo "Nessuno che buca i palloni", l'Antoniano e il ritornello autocensurato de Lo Stato sociale E' la versione autocensurata, o meglio edulcorata del ritornello della canzone de Lo Stato sociale. Il verso "nessuno che rompe i coglioni" è diventato "nessuno che buca i palloni", per cancellare l'unica parolaccia nei testi del festival di Sanremo, specialmente in occasione dell'esibizione assieme ai bimbi del coro dell'Antoniano di Bologna. Eccolo riproposto da alcune delle bimbe salite sul palco dell'Ariston, e nel frattempo dita incrociate per la finale di staseravideo di Giorgia Olivieri

Ma i legami reggiani non si fermano a Collini. Quello più solido e antico è con il promoter Lorenzo Bedini, da sempre organizzatore degli eventi dal vivo de Lo Stato Sociale con la sua agenzia Antenna (ex CYc) con sede a Montecavolo. E i ricordi dei fan locali sono tanti: una band al debutto nel 2012 in Biasola, per la festa dei Giovani Pd, e la partecipazione alle finali del concorso Sputnik a Festareggio alcuni anni dopo. E la scheggia militante al correggese Materiale Resistente.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon