Quotidiani locali

Cade dalle scale e finisce in ospedale

Campegine, vittima dell’infortunio nel primo pomeriggio una casalinga di 44 anni trasportata in elicottero all’ospedale di Parma

CAMPEGINE. Il sangue le ricopriva metà del volto e numerose tracce ematiche erano anche lungo le scale, mentre la donna sembrava non riuscire a riprendere conoscenza. Ha preoccupato non poco un infortunio domestico occorso a una 44enne ieri, poco prima delle 14, in una casa in via Amendola, vicino a un allevamento di maiali.



La donna, una casalinga di origini indiane, è stata trovata svenuta a terra, ai piedi delle scale di casa, con una ferita al capo. Da via Amendola è partita immediatamente la chiamata al 118 che ha mobilitato diversi mezzi, in considerazione del fatto che la 44enne aveva perso i sensi e non rispondeva a chi la stava soccorrendo e cercava di farla riprendere.

Nell’abitazione si sono vissuti attimi di vera paura e concitazione, tra il capire cosa fosse successo e la necessità di prestare immediato ed efficace soccorso. Le urla dall’interno della casa hanno richiamato anche alcuni addetti dell’allevamento e dalle stalle sono usciti i congiunti della casalinga, che è sposata e ha due figli.



Uno dei figli è stato tra i primi a raggiungere la madre ferita. «Mia mamma non rispondeva. Deve essere scivolata. Non so...», ha raccontato poi con comprensibile angoscia nei minuti immediatamente successivi alla partenza dell’elisoccorso con la madre a bordo.

In via Amendola infatti con l’ambulanza, arrivata da Castelnovo Sotto, e l’automedica, giunta da Montecchio, è iintervenuto anche l’elisoccorso di Parma. Il velivolo è atterrato nell’ampio prato antistante l’allevamento di maiali.



La donna è stata subito affidata ai sanitari. Nel frattempo, a fatica, la casalinga aveva ripreso un po’ i sensi ma la vistosa ferita al volto ha continuato a impensierire e non poco. Stabilizzate le sue condizioni si è poi deciso di caricarla sull’elicottero e di condurla all’ospedale Maggiore di Parma per sottoporla agli accertamenti del caso.

«Ora corro a Parma e vedo cosa mi dicono i medici – ha proseguito il figlio della donna – E’ caduta dalle scale e ha battuto la testa. Era ferita. C’era sangue anche sulle scale...».

Un’altra dipendente dell’allevamento è accorsa, subito dopo l’incidente, seguendo tutte le fasi dell’intervento degli operatori sanitari e dell’elisoccorso.

«La signora ha una ferita vistosa – ha affermato anche lei – Aveva tanto sangue in faccia e non parlava. Ha cominciato a dire qualcosa dopo un po’».

Poi ha sottolineato: «Le scale lungo le quali è caduta sono pericolose. Si scivola molto». Un dettaglio che forse qualcuno dovrà valutare, almeno per evitare che si ripetano incidenti così gravi.

La donna, una volta arrivata all’ospedale di Parma, è stata sottoposta a diversi esami, tra i quali Tac e radiografie, per scongiurare che vi fossero traumi seri e fratture.

Solo in serata poi i medici hanno potuto sciogliere ogni riserva e la donna, alla fine, è stata trattenuta in ospedale per un periodo di breve osservazione.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori