Quotidiani locali

Spara al cane del vicino, denunciato

Campagnola, si presenta ai carabinieri. «Entrava nella proprietà perché voleva incontrare il cane che appartiene a me»

CAMPAGNOLA EMILIA. «Ho fatto una cosa brutta. Ho sparato a un cane». Con queste parole un 60enne si è presentato ai carabinieri della stazione di Campagnola Emilia. E per lui è scattata la denuncia per maltrattamenti di animali ed esplosioni pericolose

Il crudele gesto è costato gravi ferite all’animale: colpito sul muso dalla pioggia di pallini, si è ferito agli occhi e attualmente è sotto cura antibiotica dopo la visita della veterinaria. E costerà qualcosa anche all’uomo che ha deciso di impugnare il suo fucile per dare “una lezione” a quel cagnolino che si azzardava ogni giorno a entrare nella sua proprietà. Non per fare danni, ma semplicemente per andare a trovare il cane dell’uomo.

Quello che i militari hanno accertato è che il 60enne ha utilizzato un fucile da caccia calibro 8. L’arma è stata sequestrata, così come le 54 munizioni calibro 8 trovate in possesso del sessantenne, tutto regolarmente denunciato. Ma per lui ora è scattata anche la segnalazione alla Prefettura di Reggio Emilia per l’adozione di un provvedimento di divieto di detenzioni di armi e munizioni: rischia di non poter più detenere armi in casa.

L’uomo si è presentato dai carabinieri quando già i vicini erano in caserma pronti a denunciarlo. Si è giustificato dicendosi esasperato dal fatto che da circa una ventina di giorni vedeva il cane dei vicini entrare nella sua proprietà per incontrare il suo e insieme poi spesso si allontanavano. E ogni volta, lui doveva andarlo a cercare. Evidentemente, ha pensato di risolvere il problema andando a prendere il fucile, impugnandolo e mirando all’animale amico del suo compagno a quattro zampe. E rischiando seriamente di ucciderlo. Una scena che si è consumata anche davanti ad alcuni testimoni, parenti del vicino di casa che inorriditi sono subito corsi a soccorrere il povero animale, rimasto a terra per il colpo e ben presto pieno di sangue.

Sono corsi dalla veterinaria del paese per farlo curare. I pallini si sono conficcati sul muso, alcuni lo hanno colpito anche agli occhi. Ancora non ci vede bene, ma secondo la dottoressa che l’ha in cura dovrebbe riuscire a recuperare la vista. (el.pe)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro