Quotidiani locali

Reggio Emilia, in casa lo shop dello spaccio: arrestato un insospettabile 31enne

Marjuana e cocaina in cucina, “cassa” dello spaccio e appunti contabili in camera: oltre un etto di droga sequestrato dai carabinieri di Castelnovo Monti

REGGIO EMILIA. Sebbene insospettabile, in quanto incensurato, e fuori da giri sospetti, era dedito all’attività di compravendita di marjuana e cocaina. A scoprirlo i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castelnovo Monti che l’altra sera, al culmine di un servizio antidroga, che ha visto i carabinieri castelnovesi operare in città hanno arrestato l’insospettabile reggiano.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castelnovo Monti hanno arrestato un 31enne nativo di Sassuolo e residente a Reggio Emilia, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana.

All’uomo i carabinieri castelnovesi hanno sequestrato oltre un etto tra marjuana e cocaina unitamente a materiale per la pesatura ed il confezionamento. Nel comodino della camera da letto una busta con la scritta “cassa” contenente danaro provento dello spaccio unitamente ad appunti contabili che rimandavano all’illecita.

All’arrivo dei carabinieri il 31enne è stato fermato mentre usciva da casa. Spiegate le ragioni della loro presenza i militari davano corso alla perquisizione che si concludeva con esito positivo. Nella cucina, all’interno di una scatola in tela si rinveniva un barattolo in vetro contenete 125 grammi di marijuana, numerosi ritagli di cellophane trasparente e un bilancino di precisione.

Nella stessa cucina, su una mensola si rinvenivano due cofanetti in alluminio contenenti complessivamente una decina di dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso complessivo di una decina di grammi scarsi. Nel comodino della camera da letto i carabinieri trovavano una busta riportante la scritta a penna “cassa” contenente danaro contante ritenuto provento dello spaccio unitamente a vari appunti contabili che rimandavano all’illecita attività .

Alla luce delle

risultanze acquisite il 31enne veniva arrestato. Ieri mattina comparso davanti al tribunale di reggio Emilia, dopo la convalida dell’arresto è stato ristretto ai domiciliari in attesa del processo fissato nelle prossime settimane avendo l’interessato chiesto i termini difesa.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon