Quotidiani locali

Consorzio di bonifica, lavori per 21 milioni

Nel Piano di Sviluppo Rurale previsti quattro interventi in strade vicinali a Toano, Casina e Ventasso

REGGIO EMILIA . Il piano di sviluppo rurale delineato dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale prevede una serie di interventi per un costo stimato in oltre 21 milioni di euro. Risorse per migliorare e mettere in sicurezza alcune arterie stradali delle zone montane, oltre che per potenziare le infrastrutture irrigue e ottimizzare in tal modo l’utilizzo delle grandi arterie d’acqua.

Gli obiettivi sono stati annunciati dal commissario straordinario Franco Zambelli ed ora non resta che sperare nei finanziamenti del Progetto di Sviluppo Rurale, indicato come fondamento della Politica agricola dell’Unione Europea.

Le indicazioni tecniche annotate dei documenti di programmazione e progettualità emiliana fanno riferimento a diverse zone, dagli Appennini al Po, sia reggiane che modenesi. Per quel che riguarda la sistemazione della viabilità interpoderale in montagna in collaborazione con i Consorzi Viciniali sono previsti lavori per 438.459 euro suddivisi in sei cantieri: quattro reggiani e due modenesi. Fanno riferimento alla nostra area provinciale questi progetti: 1) miglioramento della strada vicinale di uso pubblico “Argentiana – Pia di Ladrino – Grate – bivio Cà Scappini” nel Comune di Toano per un importo di 165mila euro; 2) miglioramento della strada vicinale di uso pubblico “I Prati” in Comune di Toano con una spesa di 69.300 euro; 3) miglioramento della strada vicinale ad uso pubblico della “Costa del Cerro di Vaglie” in Comune di Casina per 37.049 euro; 4) ristrutturazione e messa in sicurezza della strada vicinale ad uso pubblico “Succiso-Passo della Scalucchia” in Comune di Ventasso per 92.796 euro. Vanno aggiunti due cantieri da aprire oltre Secchia: 1) miglioramento strada vicinale ad uso pubblico “Via San Martino” a Polinago per 31.183 euro; 2) miglioramento strada vicinale “Via Santa Maria” a Prignano per 43.131 euro.

Importante è poi il progetto (un milione di euro) per il riutilizzo dell’invaso di Villalunga di Casalgrande con infrastrutture irrigue da porre lungo il canale di Secchia dopo la realizzazione di un invaso capace

di circa 200mila metri cubi d’acqua.

Per finire con la richiesta più rilevante – 20 milioni di fondi comunitari – per cinque interventi di canalizzazione primaria a Poviglio, Reggio Emilia, Bagnolo in Piano e Correggio, oltre che a Carpi e Soliera nel modenese. (l.v.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro