Quotidiani locali

In manette la banda delle spaccate

San Polo: i carabinieri arrestano due giovani per furti nei negozi reggiani e parmensi, altri 4 denunciati per ricettazione

SAN POLO. Erano specializzati in furti con spaccata ai danni di attività commerciali delle province di Reggio Emilia e Parma, che raggiungevano utilizzando mezzi rubati. Raid che i componenti della banda compivano in pochissimi minuti.

Le indagini dell’operazione – non a caso ribattezzata “Crash” – sono state condotte dai carabinieri di San Polo d’Enza e condivise dalla Procura reggiana. Il sostituto procuratore Giulia Stignani ha chiesto e ottenuto dal gip del tribunale di Reggio l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due componenti della banda, che ieri mattina sono stati rintracciati ed arrestati dai carabinieri di San Polo.

Con le accuse di furto aggravato e continuato e ricettazione, sono stati arrestati due marocchini: Abdellah Addala, 30enne residente a Cavriago, e il connazionale Mahdi Lahlali, 24enne residente a Reggio Emilia, entrambi in carcere a Reggio Emilia. Nel corso delle indagini sono stati denunciati per ricettazione quattro loro connazionali: un 27enne e un 29enne abitanti a Reggio Emilia, un 37enne abitante a Bomporto (Modena) e una 27enne senza fissa dimora, tutti trovati in possesso di alcuni smartphone appartenenti al bottino, di oltre 6.000 euro, asportato dagli arrestati nel corso del furto notturno con spaccata compiuto la notte del 4 settembre 2017 ai danni di un negozio di telefonia di San Polo.

Oltre a questo furto, stando agli approfondimenti investigativi supportati da accertamenti tecnici e dall’analisi dei sistemi di videosorveglianza, i due marocchini finiti in manette si sarebbero resi responsabili anche del furto con spaccata consumato la notte del 19 ottobre 2017 nel bar Luna e Sole di San Polo, dove avevano forzato le slot senza prenderne il contenuto per l’intervento del titolare; del doppio colpo con spaccata a due attività commerciali (una cartolibreria e una farmacia) all’interno del centro commerciale Multiplo di Bagnolo in Piano, avvenuto la notte del 26 ottobre 2017, e del furto compiuto la notte del 5 settembre 2017 in una farmacia di Monticelli Terme (Parma), dove avevano sfondato la porta con una spallata e rubato circa 600 euro in contanti. Ai due sono stati contestati anche i reati di concorso in ricettazione per il possesso di due caschi rubati la notte del 18 ottobre 2017 e, per il solo Addala, anche la ricettazione di uno scooter rubato la notte del 3 settembre e poi utilizzato per raggiungere il negozio di telefonia a San Polo e compiere il furto. Nel corso delle indagini i due arrestati sono stati trovati in possesso

di una pistola scacciacani senza tappo rosso, alcune tessere con placca ed emblema dei carabinieri, due apparecchi cb per intercettare le frequenze delle forze di polizia e 7 ricetrasmittenti utilizzate probabilmente nei furti per non essere intercettati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro