Quotidiani locali

Gattatico 

Via libera al bilancio 2018 Per le scuole 350mila euro

GATTATICO. Una stima da 5 milioni e 700mila euro, su una popolazione 5.750 abitanti: a tanto ammonta il bilancio preventivo 2018 licenziato dall’amministrazione comunale di Gattatico. Il documento è...

GATTATICO. Una stima da 5 milioni e 700mila euro, su una popolazione 5.750 abitanti: a tanto ammonta il bilancio preventivo 2018 licenziato dall’amministrazione comunale di Gattatico. Il documento è stato approvato dalla maggioranza (otto consiglieri), con due voti contrari delle opposizioni (Paolo Delsante della lista Centrodestra per Gattatico e Daniele Castagnetti della lista di sinistra Gattatico Bene Comune, assenti gli altri due consiglieri di minoranza).

Il dato saliente, secondo il sindaco Gianni Maiola, è che «non abbiamo aumentato né tasse né tariffe e abbiamo assicurato tutti i servizi, soprattutto per quanto riguarda le scuole. Sul settore sociale deciderà l’Unione Val d’Enza, mentre è incerta la Tari perché viene approvata da Atersirò. In ogni caso l’impegno è di lasciarla invariata, c’è tempo per definirla fino al 28 febbraio».

Sui servizi educativi si era registrata una polemica sul nuovo assetto scelto dalla giunta a settembre, anche alla luce delle scarse risorse, con tanto di cene in piazza estive per raccogliere fondi. «La scuola materna di Praticello ha due sezioni anziché tre, all’asilo nido di Praticello invece siamo passati da 14 a 25 bimbi, più la scuola d’infanzia paritaria di Taneto: non ci sono liste d’attesa e, dopo le prime perplessità a inizio anno scolastico pare che stia andando bene. Inoltre registriamo un continuo aumento sul doposcuola (per le elementari), il centro giovani (per le medie) e il campo estivo (dai 5 anni alla terza media): quest’anno abbiamo raggiunto il centinaio di utenti».

La quadratura del cerchio contabile, secondo Maiola, è stata più facile dell’anno scorso. «Nel 2016 mancavano 243mila euro. Quest’anno sono arrivati, inaspettati, 33mila euro dal Fondo di solidarietà del ministero».

Dei 5,7 milioni, 350mila euro saranno destinati agli investimenti: 200mila euro per la messa in sicurezza sismica della scuola elementare “Sabin” di Praticello, 30mila euro per manutenzioni stradali e di immobili, 120mila euro per il cimiero di Nocetolo. Oltre al piano, licenziato quest’anno, della sostituzione con Led intelligenti di ogni punto luce del capoluogo e delle frazioni. «I lavori inizieranno a gennaio e finiranno in sei mesi».

«Il sogno della giunta rimane realizzare
un polo sportivo – conclude Maiola –. Abbiamo le palestre annesse alle scuole (alle elementari di Taneto e di Praticello), ma sono vecchie e il numero di minori e adulti che praticano sport è aumentato. Servirebbero circa 2 milioni di euro ma non è facile trovare i finanziamenti».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro