Quotidiani locali

Anziana abbandonata dai figli al freddo

Pensionata di 76 anni cacciata di casa dopo una banale lite e lasciata al gelo, i carabinieri denunciano due familiari

GATTATICO. Dopo una banale discussione è stata cacciata di casa dalla figlia e lasciata al freddo. E il figlio che doveva soccorrerla se ne è andato senza preoccuparsi di lei, dicendo che sarebbe andato a prendere l’auto e invece è partito per le vacanze di Natale.

Una storia decisamente poco natalizia quella che vede protagonista una pensionata di 76 anni, con gravi problemi a camminare, che la notte del 21 dicembre è finita in ospedale. I soccorsi sono scattati grazie alla sollecitudine di un vicino che ha notato la poveretta al freddo per lungo tempo e si è dunque preoccupato di chiedere aiuto.

Sull’episodio sono in corso indagini da parte dei carabinieri di Gattatico, che hanno denunciato la figlia di 53 anni e il figlio di 46 per abbandono di incapace.

L’anziana è stata cacciata di casa quando all’esterno la temperatura era sotto zero. Quando è finita in ospedale i medici hanno disposto per lei un “ricovero sociale”, perché non c’era nessuno che volesse andarla a prendere dopo le dimissioni.

Solo dopo tanti e non facili tentativi i carabinieri della stazione di Gattatico, che si sono occupati della vicenda, sono riusciti a convincere un terzo figlio ad accogliere la mamma a casa.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Gattatico l’anziana dopo un litigio con la figlia che la ospitava e dove risiedeva, è stata “invitata” a prendere i suoi effetti e ad andare via. Una discussione pare nata per futili motivi.

Uscita di casa con altro figlio 46enne, la pensionata è stata lasciata in strada da quest’ultimo che le ha chiesto di attendere in quanto sarebbe tornato subito a prenderla con la macchina. In realtà non si è più visto. E successivamente si è anche appreso che è partito per le vacanze di Natale, come hanno appurato i carabinieri quando lo hanno cercato al telefono.

Dopo oltre un ora l’anziana infreddolita (c’erano -3 gradi la sera del 21 dicembre scorso), è stata notata da un vicino di casa che l’ha soccorsa facendola entrare in macchina e riscaldandola con delle coperte. Un gesto pietoso che ha evitato conseguenze peggiori. Non riuscendo a contattare la figlia, sua vicina, l’uomo ha chiamato i carabinieri e i sanitari del 118.

Sul posto è arrivata un’ambulanza che ha portato in ospedale la donna. Dopo le visite e le cure del caso (la pensionata presentava anche un trauma alla gamba destra a seguito di una caduta accidentale), la 76enne è stata ricoverata, perché, come detto, nessuno era disposto a passarla a prendere.

I militari a quel punto hanno contattato i servizi sociali del Comune interessato e sono riusciti a convincere un terzo figlio a prendersi cura della mamma, circostanza questa
che il giorno successivo al ricovero ha consentito le dimissioni della donna e l’affidamento ai familiari.

I due figli, alla luce di quanto accertato dai carabinieri di Gattatico, verranno denunciati alla procura reggiana per abbandono di incapace.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik