Quotidiani locali

Per Capodanno “Stop ai botti”

POVIGLIO. Ogni anno, in Italia, durante i festeggiamenti di Capodanno si registrano numerose situazioni di pericolo – sia per le persone che per gli animali – dovute all’uso di “botti” e petardi di...

POVIGLIO. Ogni anno, in Italia, durante i festeggiamenti di Capodanno si registrano numerose situazioni di pericolo – sia per le persone che per gli animali – dovute all’uso di “botti” e petardi di ogni genere. «Accogliamo questo 2018 con coscienza e buon senso, sia per tutelare la sicurezza di tutti che per evitare inutili sofferenze ai nostri amici animali», è l’invito del Comune di Poviglio che lancia così la sua campagna di sensibilizzazione sui botti di Capodanno e ricorda, con l’occasione, cosa prevede la legge. “Chiunque, mediante schiamazzi o rumori... disturba le occupazioni o il riposo delle persone... è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 309” (art. 659 Codice Penale). “Chiunque senza licenza in un luogo abitato o nelle sue adiacenze... spara armi da fuoco, accende fuochi d’artificio, o lancia razzi… è punito con l’ammenda
fino a euro 103” ( art. 703 c.p. che prevede anche l’arresto se il fatto accade in un luogo affollato). “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona lesione a un animale è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro” (art. 544-ter c.p.).


TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik