Quotidiani locali

Fabbrico, la musulmana Anica in chiesa per fare gli auguri di Natale

Vigilia di Natale all’insegna del dialogo e del rispetto tra religioni a Fabbrico. Anica ha partecipato alla messa della domenica mattina e ha rivolto un augurio.

FABBRICO. Vigilia di Natale all’insegna del dialogo e del rispetto tra religioni a Fabbrico. Come accaduto due anni fa, Anica ha partecipato alla messa della domenica mattina e ha rivolto un augurio all’assemlea a nome della comunità musulmana del paese.

Anica ha parlato dell’importanza «del confronto tra le due religioni» e ha voluto ricordare quello che unisce le due religioni del Libro. «Sono di più le cose che ci uniscono di quelle che ci dividono».

Per dimostrare quanto detto la giovane musulmana ha messo in evidenza come molte figure dell’Antico e Nuovo Testamento sono riconosciute anche nell’Islam, primo tra tutti Gesù, venerato come un profeta e la madre Maria, di cui viene attestata la purezza. «In questo momento storico, costellato di fragili equilibri e di eventi drammatici, è necessario comprendere che non si può giudicare sbagliato o temere ciò che non si conosce perché questo porta solo divisioni e attriti: molte guerre nascono proprio da incomprensioni a dalla non accettazione delle differenze, comprese quelle religiose».

Anica ha concluso: «Nessuno è in grado di cambiare il mondo da solo, ma se tutti, accettando il fatto che la diversità fa parte della nostra umanità, ricordiamo

che bisogna somigliarsi un po’ per comprendersi, ed essere un po’ differenti per amarsi...allora il mondo può cambiare».

Al termine del suo breve intervento Anica ha invitato i presenti a gustare la torta offerta dalla comunità islamica. (m.p.)
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik