Quotidiani locali

in prefettura 

I commissari «Ancora trenta le famiglie fuori da casa»

BRESCELLO. Sono ancora una trentina le famiglie di Lentigione sfollate a causa dell’alluvione. Questo quanto riportato dai commissari prefettizi, Giacomo Di Matteo e Antonio Oriolo, durante l’incontro...

BRESCELLO. Sono ancora una trentina le famiglie di Lentigione sfollate a causa dell’alluvione. Questo quanto riportato dai commissari prefettizi, Giacomo Di Matteo e Antonio Oriolo, durante l’incontro in Prefettura a Reggio Emilia, tenutosi ieri intorno a mezzogiorno.

L’ultima e conclusiva riunione del Comitato di coordinamento dei soccorsi (Ccs) era stata quella del 21 dicembre scorso. Ma ugualmente il prefetto Maria Grazia Forte ha voluto ieri convocare tutti i soggetti preposti per fare il punto della situazione, visto anche i livelli in sensibile crescita del fiume.

I commissari Di Matteo e Oriolo hanno fatto il punto sullo stato dell’arte a poche ore dalla riunione indetta al centro sociale di Lentigione. Durante il summit in Prefettura si è parlato anche del nuovo piano di Protezione civile, adottato in tempi rapidissimi dal comune di Luzzara e al quale seguiranno presto a ruota gli altri comuni.

In caso di calamità sono previste quattro fasi: verde (assenza di fenomeni pericolosi), giallo (fase di attenzione), arancione (preallarme) e rosso (allarme). E si parla anche di un sistema di allerta ai cittadini
via sms.

La comunicazione dei dati sui livelli dei fiumi sarà fatta dagli enti preposti (Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, l’Arpae, l’Aipo) ai Comuni, i quali dovranno comunicarli in tempo reale alla Prefettura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon