Quotidiani locali

albinea e casalgrande 

Botti di capodanno, ecco i primi divieti

ALBINEA E CASALGRANDE. Un’ordinanza contro l’uso incontrollato dei botti di Capodanno, per tutelare la salute delle persone e degli animali. È già stata emanata ad Albinea dal sindaco Nico Giberti,...

ALBINEA E CASALGRANDE. Un’ordinanza contro l’uso incontrollato dei botti di Capodanno, per tutelare la salute delle persone e degli animali. È già stata emanata ad Albinea dal sindaco Nico Giberti, per limitare i possibili danni derivanti dall’utilizzo di fuochi artificiali, petardi, botti e razzi. All’intervento dell’amministrazione albinetana fa il palio quello del Comune di Casalgrande, che non ha emanato un’ordinanza ma ricorda ai cittadini che chi non rispetta le regole già in vigore «sarà chiamato a risponderne».

Il provvedimento albinetano riguarda i luoghi pubblici e di passaggio. Il documento, spiega l’amministrazione comunale, «nasce dalla consapevolezza che tali oggetti, anche se ammessi alla libera vendita al pubblico, possono causare lesioni e gravi danni fisici sia a chi li maneggia sia a chi ne venga eventualmente colpito, mettendo a rischio l’incolumità delle persone».

Per due intere giornate, domenica 31 dicembre 2017 e lunedì 1 gennaio 2018, nel territorio di Albinea sarà vietata l’accensione «di fuochi artificiali, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi e altri artifizi pirotecnici in piazze, parchi pubblici, strade e parcheggi, così come in tutti i luoghi aperti dove transitino o siano presenti persone». Inoltre, i cittadini che usino questi materiali in aree private «sono invitati a metter in atto tutte le azioni idonee a prevenire eventuali situazioni di pericolo a persone e animali». Le violazioni all’ordinanza verranno sanzionate con multe dai 100 ai 500 euro, a meno che il fatto non costituisca reato: in questo caso arriverà ovviamente anche la denuncia.

«Il Comune di Casalgrande invita la popolazione ad un uso consapevole dei botti di capodanno – si legge in una nota del Comune –. Si invitano i cittadini alla prudenza e al rispetto delle regole già scritte nel codice penale, valide anche per la notte di Capodanno, che vietano di causare danni, tra le altre cose, agli animali. Pertanto coloro che provocano rumori improvvisi devono accertarsi di farlo lontano
da situazioni che possano ferirli, altrimenti saranno chiamati a risponderne. In questi giorni la questura di Reggio ha disposto accertamenti contro la vendita di botti illegali e pericolosi. Il materiale pirotecnico va acquistato solo in negozi autorizzati e utilizzato con prudenza».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon