Quotidiani locali

Donna di 63 anni trovata morta nel greto del Tresinaro

Tragedia a Scandiano: scomparsa da casa dal 21 dicembre, è stata trovata dai parenti nel primo pomeriggio del giorno di Natale in un boschetto vicino alla ciclopedonale del parco Antonio Caponnetto.

SCANDIANO. Una donna di 63 anni residente a Scandiano, Maria Domanica Bonini, è stata trovata morta nel primo pomeriggio in un boschetto nel greto del Tresinaro, nei pressi della pista ciclopedonale che attraversa il parco Antonio Caponnetto, vicino al ponte della Pedemontana.

Sono stati i parenti, che la cercavano da giorni e ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri, avvenuta il 21 dicembre scorso, a fare la tragica scoperta e a lanciare subito l'allarme al 112.

In un primo momento, anche se la donna prima di sparire da casa aveva lasciato alcuni scritti, facendo intuire intenti suicidi, si è temuto che potesse essere stata vittima di un aggressore, che l'ha sorpresa in una zona poco frequentata e assassinata. Il cadavere della donna, infatti, presentava una vistosa ferita alla gola: un particolare che ha creato un forte allarme, anche tra le forze dell'ordine, con i carabinieri che sono confluiti in zona con diverse auto per dare inizio alle indagini.

Sono iniziate frenetiche ricerche che, con il passare delle ore, sembrerebbero aver escluso che la donna possa essere rimasta vittima di un brutale omicidio nel cuore del parco.

A dare una prima svolta alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Giacomo Forte, è stato il ritrovamento di un coltello, la cui lama sarebbe compatibile con la ferita riscontrata sul corpo della donna. Pare che il coltello fosse proprio della 63enne e, anche se saranno necessari esami più approfonditi, con il magistrato che potrebbe disporre l'autopsia per dissipare ogni dubbio, al momento l'ipotesi più probabile è quella del suicidio.

Sul greto del Tresinaro, così come tanti curiosi richiamati dai lampeggianti delle auto dei carabinieri e dalle fotocellule dei vigili del fuoco, che hanno illuminato la zona a giorno, nel tardo pomeriggio è arrivato anche il sindaco Alessio Mammi, che ha seguito in prima persona le concitate fasi delle indagini.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik