Quotidiani locali

rio saliceto 

Via Martiri, finiti i primi lavori per ridurre la velocità delle auto

RIO SALICETO. Sono terminati ieri i lavori di adeguamento della viabilità nel centro storico di Rio Saliceto, in via dei Martiri. L’intervento in questa arteria centrale si è reso necessario per vari...

RIO SALICETO. Sono terminati ieri i lavori di adeguamento della viabilità nel centro storico di Rio Saliceto, in via dei Martiri. L’intervento in questa arteria centrale si è reso necessario per vari motivi, a cominciare dalla elevata velocità degli automezzi e la densità di pedoni (soprattutto gli studenti) che attraversano questo tratto di strada.

Terminata questa parte, i lavori proseguiranno il 27 dicembre sempre in via dei Martiri ma all'altezza del cimitero monumentale.

Anche in questo caso gli automobilisti non disdegnano velocità oltre i limiti consentiti, mettendo a serio rischio i pedoni, e in questo luogo specifico soprattutto gli studenti che vanno e vengono dal capolinea dei pullman.

«Siamo davvero soddisfatti di poter intervenire anche su questi tratti stradali, dopo altri numerosi interventi effettuati in questi ultimi tre anni», commenta dice il sindaco Lucio Malavasi. «Questi, come altri ancora, sono pericolosi ed in via sperimentale abbiamo deciso per un intervento che riduca drasticamente la velocità senza realizzare i dossi».

«L’obiettivo di questa amministrazione – aggiunge il sindaco – è quello di avere un paese con una viabilità che dia maggiore sicurezza ai pedoni e ai ciclisti. Se gli automobilisti fossero più disciplinati, tante opere potrebbero essere evitate e i soldi indirizzati ad altri interventi necessari e
importanti. Purtroppo così non è, e la collettività deve sobbarcarsi questi oneri. I cambiamenti non sempre sono apprezzati – conclude Malavasi – ma credo che tutti convengano che la nostra sicurezza e l’ambiente, ovvero la nostra salute, vengano prima di qualsiasi altra cosa».



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik