Quotidiani locali

Sequestrate creme e farmaci pericolosi

Campagnola, oltre tremila prodotti trovati in un magazzino e pronti alla vendita. Le Fiamme gialle denunciano un 47enne

CAMPAGNOLA. C’è mancato davvero poco che creme e prodotti di bellezza, di cui in questo periodo natalizio si fa incetta per i consueti regali, finissero tra le mani di ignari consumatrici e consumatori. Avrebbero potuto provocare seri danni di salute a chi ne avesse fatto uso. Di fatto, centinaia di farmaci erano pronti alla vendita.

Il rischio è stato evitato grazie a un blitz della Guardia di finanza. Sono oltre tremila i prodotti di bellezza (creme e altri cosmetici) e farmaci che le Fiamme gialle della tenenza di Correggio hanno sequestrato proprio a Campagnola. Tutti prodotti pericolosi per la salute e non commercializzabili.

Erano stoccati in un magazzino di una società con sede a Campagnola Emilia, che opera nel settore del commercio di prodotti alimentari e articoli di profumeria. Ed erano pronti per essere venduti. Il responsabile, un cittadino extracomunitario di 47 anni, è stato denunciato.

Ma le indagini della Guardia di finanza non si fermano qui. «Bisognerà capire non solo a chi erano indirizzati i prodotti, ma anche e soprattutto la loro provenienza – dice il luogotenente Italo Cipriani, comandante della tenenza delle Fiamme gialle di Correggio –. Abbiamo sequestrato, oltre ai prodotti, anche tutta la documentazione attinente e svolgeremo i dovuti accertamenti».

Si tratta, come sottolinea il comandante Cipriani, di «un’operazione di prevenzione a tutela della salute pubblica, che ha evitato situazioni di pericolo in un periodo come le festività natalizie in cui la commercializzazione di questi prodotti subisce una sensibile impennata».

Le indagini della Guardia di finanza quindi proseguono sotto la direzione della Procura reggiana.

Il blitz a Campagnola è avvenuto nell’ambito della vigilanza effettuata in questo periodo dalla Guardia di finanza per la tutela della salute pubblica. Le oltre tremila confezioni di prodotti cosmetici (creme) e farmaceutici sono risultate contenenti principi attivi di sostanze considerate pericolose per la salute o, nel caso dei medicinali, classificate quali “farmaci” non autorizzati dall’Aifa
(Agenzia italiana del farmaco) all’immissione in commercio.

Il 47enne identificato dalle Fiamme gialle e denunciato dovrà rispondere dei reati di detenzione per la vendita di prodotti pericolosi per la salute pubblica e non commercializzabili.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik