Quotidiani locali

L’alternativa costerebbe 150mila euro

SCANDIANO. I collegamenti pubblici sulla direttrice Reggio-Scandiano sono da tempo al centro di riflessioni e discussioni. La storica linea ferroviaria locale Reggio-Sassuolo due anni fa aveva...

SCANDIANO. I collegamenti pubblici sulla direttrice Reggio-Scandiano sono da tempo al centro di riflessioni e discussioni. La storica linea ferroviaria locale Reggio-Sassuolo due anni fa aveva vissuto un momento di tempesta, con continui annullamenti di corse e guasti a ripetizione, seguiti dalle inevitabili e giuste proteste di cittadini, famiglie ed enti pubblici. Nell’ultimo periodo, dopo un ammodernamento dei mezzi, la situazione è migliorata, anche se non mancano i problemi come quello di lunedì 18 dicembre. Poi vi sono i malumori per la cancellazione di alcune fermate: nel 2015 è stata tolta la tappa alle Due Maestà, e quest’estate è toccato a Bosco di Scandiano. L’altro canale è quello degli autobus, ricordato anche dall’utente alle prese con i disagi di lunedì. Circa un anno fa l’agenzia della mobilità ha presentato alla amministrazione comunale scandianese uno studio di fattibilità per l’estensione sino alla stazione ferroviaria di Scandiano della linea urbana 9 di Reggio Emilia, quella che oggi porta sino a Fogliano partendo sul fronte opposto dalla stazione Mediopadana.

Le idee al vaglio sono due: un prolungamento diretto della linea 9 sino all’abitato scandianese o la creazione di una corsa apposita, la “9 più”, o “9 bis”, che dalla fermata di Fogliano faccia la spola con la stazione dei treni. I costi sarebbero attorno ai
150,mila euro e l’ipotesi, per ora ferma, rimane sul banco. Quando se ne era parlato per la prima volta, a inizio 2017, era nata anche una vivace polemica politica fra chi sosteneva l’idea del bus e chi, invece, continuava a puntare maggiormente sul traffico ferroviario. (adr.ar.) .


TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik