Quotidiani locali

Ancora due strade chiuse per frane

Continuano i disagi sulle provinciali 91 e 15. A Miscoso fuori uso i telefoni fissi

VENTASSO. Rimangono chiuse al transito due strade provinciali in Appennino per una serie di frane, anche di grandi dimensioni.

La provinciale 91, interrotta in località Vaglie, dove il fronte dello smottamento è di circa un centinaio di metri ed in forte pendenza: per gli spostamenti da e per Ligonchio gli abitanti di Vaglie devono utilizzare la strada comunale per Cinquecerri e la provinciale 18.

Sono ben cinque, invece, le frane che interessano la provinciale 15 nel Ramisetano. Alle tre di martedì se ne sono aggiunte altre due. La situazione più problematica è in località Miscoso di Ramiseto, isolata negli spostamenti verso valle, che sono possibili solo risalendo verso il passo del Lagastrello, utilizzando la viabilità del Parmense e tornando quindi nel Reggiano attraverso la provinciale 103 in direzione Ramiseto. Smottamenti anche nei pressi di Succiso, dove in alcuni tratti vige il limite di velocità a 30 all’ora. La situazione un po’ in tutto l’Appennino è comunque problematica, con i terreni inzuppati di acqua, per cui la Provincia raccomanda la massima attenzione.

I maggiori problemi restano appunto nella zona di Miscoso perché lo smottamento ha reso la carreggiata non transitabile, costringendo gli abitanti dell’ultimo paese del comprensorio reggiano a lunghi percorsi alternativi – tramite il Passo del Lagastrello e la viabilità parmense fino a Selvanizza – per raggiungere le zone reggiane più a valle. La strada è stata transennata poco dopo il bivio per Succiso in direzione Lagastrello. Da Miscoso segnalano anche un altro grande disagio: da giorni non funzionano i telefoni fissi. Lungo il resto della provinciale si viaggia regolarmente perché le strade sono state sgomberate dai detriti e dagli alberi caduti. C’è un unico punto critico nei pressi di Castagneto, dove ha ceduto parte del manto stradale, cosa che obbliga gli automobilisti a rallentare, ma il tratto
è comunque transitabile. Esistono tuttavia zone, sempre in prossimità di Castagneto, non coinvolte dai recenti gravi smottamenti, dove le ferite aperte nella montagna dalle intemperie si manifestano ancora con rigagnoli di acqua mista a fango sull’asfalto.

Juri Panciroli

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon