Quotidiani locali

Emergenza alluvione nella Bassa. Lentigione sommersa: duemila sfollati

La situazione più grave a Lentigione dove le acque hanno invaso l'abitato e la zona industriale. Residenti evacuati anche a Santa Croce di Boretto. Frane in montagna

Maltempo, Lentigione: la frazione sommersa dal fiume Enza Sono circa mille le persone evacuate da Lentigione, frazione del Comune di Brescello nella provincia di Reggio Emilia duramente colpita dalla piena del fiume Enza che in queste zone ha rotto gli argini travolgendo macchine e case. I vigili del fuoco e i volontari della protezione civile hanno lavorato senza sosta per portare in salvo le persone rimastre intrappolate nelle loro abitazioni: elicotteri e mezzi anfibi hanno fatto la spola per tutto il giorno, e in tanti dovranno passare la notte in uno dei centri organizzati per gli sfollati- H24, immagini di Fabio Falanga e Davide Bevilacqua, montaggio di Simone Taddei

REGGIO EMILIA Situazione di emergenza in tutta la provincia a causa degli allagamenti e delle frane. La situazione più grave nel comune di Brescello dove, a Lentigione, l'Enza ha rotto quando era ancora buio gli argini e ha invaso l'abitato e la zona industriale. I vigili del fuoco, la polizia stradale e i carabinieri stanno provvedendo a sgomberare i residenti anche con l'uso di elicotteri. Circa mille i residenti coinvolti nelle operazioni a Lentigione.

Poviglio: "Sfollati accolti al centro Kaleidos" POVIGLIO. La macchina della protezione civile al lavoro per dare un tetto e sfamare le persone evacuate. LEGGI L'ARTICOLO


Il sindaco di Boretto invita i residenti di Santa Croce a lasciare le loro case: anche in questo caso si tratta di circa mille persone. Gli ospiti della casa di risposo di Brescello trasferiti a Luzzara.

Piena 2017: le immagini delle zone allagate dall'elicottero dei vigili del fuoco REGGIO EMILIA. Dall'alto l'entità del disastro appare ancora più evidente. LEGGI L'ARTICOLO

Il presidente della Regione Stefano Bonacini ha chiesto al premier Paolo Gentiloni lo stato d'emergenza per l'Emilia-Romagna.

 

Nella Bassa non è percorribile la Sp 62 nel tratto tra Lentigione e Brescello, completamente sommerso, mentre il ponte di Sorbolo, chiuso da ieri, potrebbe essere riaperto al traffico in serata: già riaperto nel primo pomeriggio, invece, il sottopasso della Sp 51/85 a Rubiera.
 

L'Enza invade Lentigione: il video delle zone allagate BRESCELLO. Le immagini di Lentigione allagata. LEGGI L'ARTICOLO

"La situazione più delicata è ovviamente quella di Lentigione di Brescello, dove stiamo collaborando con Prefettura e Agenzia regionale di Protezione civile nella gestione dell’evacuazione di un migliaio di cittadini, in particolare per individuare le strutture di accoglienza – spiega il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi – Circa 240 persone saranno accolte nel centro del volontariato e nella palestra Kaleidos di Poviglio, altri 200 saranno invece ospitate nella palestra di via Sant’Andrea a Castelnovo Sotto: lo sforzo maggiore, che vede impegnati in maniera davvero encomiabile da questa mattina forze dell’ordine, vigili del fuoco e volontariato di Protezione civile,  è rivolto al soccorso della fasce più deboli della popolazione e a cercare di concludere l’evacuazione di tutta la frazione di Lentigione prima che faccia buio”.

Situazione pesante anche in montagna, dove diverse frane hanno provocato la chiusura al transito di due strade provinciali: la Sp 91 è interrotta in località Vaglie, i cui abitanti per gli spostamenti da e per Ligonchio devono utilizzare la strada comunale per Cinquecerri e la Sp 18, mentre sulla Sp 15 sono ben tre i movimenti franosi. Quello più problematico è in località Miscoso di Ramiseto, con la frazione isolata negli spostamenti verso valle, oossibili solo risalendo verso il passo del Lagastrello, utilizzando la viabilità del Parmense e quindi la Sp 103 in direzione Ramiseto.

L'Enza impetuoso a Cerezzola: il video CANOSSA. Il corso d'acqua gonfiato dalle piogge dei giorni scorsi

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

ore 21 L'Aipo: "Nella giornata di oggi la piena dell'Enza ha raggiunto il suo massimo storico (m.12,47 a Sorbolo).   L'Enza continua a calare e alle 18 è intorno agli 11 m. all'idrometro di Sorbolo".

ore 19.45 La prefettura annuncia la riapertura a breve del ponte sul Po a Boretto. Sempre a Boretto domani le scuole saranno chiuse.

0re 19.15 Il sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro: "Un po' di acqua dei Laghetti di Campogalliano ha sconfinato, folaghe comprese, su di un campo nel nostro territorio. Terremo monitorata la situazione durante la notte".

"Poca manutenzione nell'Enza, per quello siamo sott'acqua" SANT'ILARIO La testimonianza di uno dei residente della Val d'Enza, che ha visto con i propri occhi l'avanzare della pericolosa piena del fiume che ha poi rotto l'argine nella BassaGUARDA LO SPECIALE

ore 19 Il presidente della Regione Stefano Bonacini: "Ho sentito il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a cui ho illustrato la situazione e ciò che sta avvenendo nei territori colpiti dalle esondazioni. Gli ho preannunciato che chiederemo lo stato di emergenza, richiesta che potrebbe essere presa in considerazione già nella prossima seduta del Consiglio dei ministri".

ore 18 Si è svolto Municipio a Brescello un secondo incontro del CCS, presieduto dal prefetto, alla presenza dell'assessore regionale alla Protezione Civile, della protezione civile regionale, del presidente della Provincia, della commissione straordinaria e delle forze dell'ordine.


ore 17.50: i residenti che hanno lasciato autonomamente Lentigione sono invitati a contattare il Coc di Brescello al numero 334.6206051

ore 17.40 Le operazione di sgombero a Lentigione proseguono anche dopo il tramonto. In corso anche l'evacuazione di Santa Croce di Boretto. Complessivamente coinvolte circa 2.100 persone.

ore 17.30 Il sindaco di Montecchio Paolo Colli: "Non è stata una piena ordinaria. Le sua dimensioni effettive saranno misurate al meglio nei prossimi giorni ma...già ora si può anticipare una portata d'acqua che probabilmente non si vedeva da decenni. Chi nei nostri Comuni, anche in zone non vicine al fiume, ha avuto modo di tendere l'orecchio fuori dalle case......non dimenticherà facilmente il boato cupo che rompeva il silenzio della notte. E' il caso di sottolineare una volta di più il ruolo fondamentale, per evitare guai peggiori, delle casse di espansione collocate tra Montecchio Emilia e Montechiarugolo.....immediatamente entrate in funzione al crescere della piena".

Ore 17 I 26 pazienti della casa di riposo di Brescello con mezzi di soccorso sanitario verranno trasferiti alla casa di riposo di Luzzara. Pattuglie della stradale scorteranno il convoglio.

ore 16.15 Il Comune di Brescello sta valutando l'evacuazione della casa di riposo del paese.

ore 16 L'annuncio del sindaco di Boretto Massimo Gazza:  "A causa dell’evento straordinario della piena del fiume Enza è probabile che la zona di S. CROCE di Boretto, confinante con le zone interessate dall’esondazione in atto, possa essere ritenuta area a rischio pertanto invitiamo la popolazione della zona in questione ad EVACUARE le proprie abitazioni, mettere in sicurezza gli impianti di luce, gas e acqua. E’ stata allestita un’area di accoglienza in Via Novy Jicin a Novellara, zona piscina. Avvisiamo i cittadini che per affrontare l’emergenza è stato aperto il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile presso il Comune di Boretto.
PER SEGNALAZIONI O RICHIESTE DI INFORMAZIONI È POSSIBILE CONTATTARE I SEGUENTI NUMERI TELEFONICI 0522 963725 – 0522 963726".

La piena del Secchia, livello d'allerta alto ma situazione sotto controllo RUBIERA. Il ponte sul Tresinaro è stato chiuso e poi riaperto. Allagato il sottopasso ferroviario della provinciale 51, poi riaperto. LEGGI L'ARTICOLO


ore 15.30 Il Comune di Brescello ha disposto l'evacuazione dei residenti di Lentigione che abitano in queste vie: Ecacuazione totale delle persone residenti o domiciliate nelle seguenti vie: Strada della Cisa, dall'intersezione con via Bernieri all'intersezione con Via Imperiale Superiore; Molino Caselle, da Via Viazza a Via Del Porto, numeri dispari;Viazza; Del Porto; Bernieri; Enzano; Chittolini; Pece; San Francesco; Vaccari; Parini; Bacchi Mellini Abele; Don Minzoni; Salvemini; Imperiare inferiore; Imperiale Superiore; Piazza Martiri della Libertà; Stradone Lentigione; Chiesa; Piazzale Meucci; Vignoli; Enza Morta; Galilei; Galvani

ore 15 La Provincia ha riaperto il sottopasso ferroviario a Rubiera.

ore 14.40 Il Comune di Brescello ha ordinato la chiusura delle scuole fino alle ore 24 di mercoledì 13 dicembre.

ore 14.30 Le persone intrappolate nelle loro case a Lentigione vengono prelevate e poi scaricate dagli elicotteri nel cortile dell'azienda Armec, in via Cisa Ligure 113.

ore 14. Marcello Moretti, sindaco di Sant'Ilario. "A seguito di ulteriore sopralluogo di personale del Comune di Sant'Ilario, supportato anche dai tecnici Aipo, si conferma discesa progressiva del livello dell'acqua nel territorio di riferimento. Il ponte sulla Via Emilia resta regolarmente aperto al traffico"

ore 13.40 E' stata riaperta con senso unico alternato la strada statale 63 “del valico del Cerreto”, nel tratto dal km 43 al 44 a Collagna in provincia di Reggio Emilia, precedentemente chiusa a causa di materiale franato sul piano viabile.

ore 13.15  Anas comunica che sulla strada statale 63 ‘del valico del Cerreto’ è provvisoriamente chiuso il tratto dal km  43 al 44 a Collagna  causa di materiale franato sul piano viabile  .

ore 13. Coldiretti chiede interventi urgenti per risolvere il problema idrico in Val d’Enza e torna a chiedere la costruzione di un invaso che potrebbe regolare anche le piene.  "Per agricoltori e cittadini, che si aspettano un peggioramento nelle prossime ore, la situazione è preoccupante. Boretto e Brescello le zone più colpite, dove centinaia di ettari a seminativi e una parte a vigneto sono sommersi dall’acqua".

ore 12. Proseguono gli interventi di soccorso alle persone intrappolate nelle loro case. Al lavoro protezione civile, vigili del fuoco, forze dell'ordine e volontari. Impiegati mezzi anfibi ed elicotteri per monitorare la situazione dall'alto.

ore 11.45. Al casello di Campegine dell'A1 sono arrivati i mezzi anfibi per soccorrere le persone nelle zone allagate. In arrivo un elicottero della protezione civile per recuperare i cittadini che si trovano in zone difficili da raggiungere. In azione per i soccorsi un elicottero dei vigili del fuoco.

ore 11.30 Le persone evacuate saranno portate al centro Kaleidos di Poviglio. I soccorritori stanno provvedendo a recuperare alcune persone malate che sono intrappolate nelle loro abitazioni.

Allagamenti, la drammatica situazione a Lentigione BRESCELLO. L'esondazione del torrente Enza ha provocato l'allagamento della frazione brescellese di Lentigione, dove case, aziende e strade sono finite sott'acqua. La protezione civile sta cercando di aiutare le famiglie a lasciare le abitazioni per mettersi al sicuro. LEGGI L'ARTICOLO

ore 11 Il Secchia sta rientrando abbastanza rapidamente nel suo alveo. La conferma dal sindaco di Casalgrande Alberto Vaccari su Facebook ha fatto il punto della situazione. A parte la chiusura precauzionale delle aree lungo fiume (che sono deputate per loro stessa natura ad accogliere le acque in caso di piena) e delle relative piste ciclopedonali, sul territorio di Casalgrande non è stata interrotta alcuna strada e non ci sono stati danni a persone o cose.

ore 10.30 Al ponte di Sorbolo l'ltezza è di 1150, in calo

ore 10 Frane in montagna lungo la statale 63. Segnalazioni da Succiso, dove manca la luce da ieri.

ore 9.30 La situazione resta altamente critica nella Bassa tra Lentigione e Sorbolo Levante. Il Parma straripa a Colorno

Alluvione, il fiume Parma straripa nel cuore di Colorno COLORNO (Parma). Situazione grave anche nella provincia di Parma dove, oltre all'Enza, fa paura anche il fiume Parma. Questa la situazione nel paese di Colorno, dove le acque del Parma hanno invaso il paese. LEGGI L'ARTICOLO

ore 9.00 Lentigione viene evacuata. Case e aziende sott'acqua. In corso il salvataggio con elicottero di tre famiglie davanti all'argine rotto dall'Enza.

Alluvione a Lentigione, la zona industriale allagata BRESCELLO. La zona industriale di Lentigione, dove hanno sede importanti aziende come l'Immergas, è completamente ricoperta dall'acqua del torrente Enza. LEGGI L'ARTICOLO

ore 8.00 Il Secchia ha tenuto, aperte le casse di espansione.  A Rubiera chiuso il sottopasso ferroviario sulla sp 51. Via Emilia intasata. Code a Casalgrande. Scuole chiuse a Baiso capoluogo per guasto Enel. A Montecastagneto di Felina case senza luce da 24 ore. A Toano la tettoia di un negozio in centro scoperchiata stanotte dal vento.

 

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon