Quotidiani locali

Il telelaser lo incastra a 120 chilometri orari

Baiso, nei guai un giovane modenese. Dalla polizia stradale più controlli contro l’eccesso di velocità

BAISO. La sicurezza sulle strade è minata dall'abitudine generalizzata ad andare troppo veloci. Così la polizia stradale in questi giorni ha fatto scattare un piano straordinario di controlli sulle strade a maggior rischio e con l'impiego del telelaser.

Le prime “vittime” sono sette conducenti fermati sulla sp 486 a Baiso, teatro a inizio novembre di un incidente mortale, e sulla sp 47 a Bagnolo in Piano.

In particolare a un giovane di Modena è stata comminata una multa di oltre 800 euro e il ritiro immediato della patente di guida (con la sottrazione di dieci punti) perché è stato fermato mentre percorreva la sp 486 a una veolcità di 119 chilmetri orari, in un punto in cui il limite è di 50 chilometri all’ora.

Vicino a quel punto, lungo la fondovalle Secchia in località Lugo, frazione di Baiso, a perdere la vita in un incidente stradale il 7 novembre scorso è stato un uomo di 63 anni, Giampiero Ronzani di Cerredolo di Toano.

I controlli della Stradale, annunciano dal distaccamento di Reggio Emilia, non solo continueranno ma saranno incrementati nei tratti di strada caratterizzati da incidenti numerosi e gravi.

In questi giorni infatti la polizia stradale di Reggio Emilia sta mettendo in campo una vera e proprio task force al fine di contrastare quella che rappresenta una delle principali cause di incidentalità sulle nostre strade: la velocità eccessiva.

Seguendo le nuove direttive inserite nella circolare del ministero dell’Interno del 21 luglio 2017, conosciuto come “Direttiva Minniti”, il comando reggiano della polizia stradale ha svolto numerosi controlli sulle principali arterie stradali della nostra Provincia e sulle strade di lunga perconenza, che spesso sono stati scenari di gravi incidenti stradali.

I punti maggiormente interessati da questi controlli, sono rappresentati appunto dalla sp 47 via Beviera del Comune di Bagnolo in Piano e la sp 486 nel Comune di Baiso. I servizi vengono svolti con l’impiego di più pattuglie che attraverso l’utilizzo dell’apparecchiatura Telelaser, effettuano il blocco immediato dei veicoli che risultato superare il limite imposto dall’ente proprietario della strada.

Il telelaser non è altro che un autovelox evoluto, utilizzato per rilevare la velocità istantanea di un veicolo in avvicinamento. All’atto
dell’accertamento gli agenti effettuano immediatamente il fermo del veicolo contestandola violazione, e procedendo sul posto al ritiro della patente di guida per la sospensione, fino a un mese, nel caso il limite superato risultasse essere superiore a 40 chilometri orari. (m.f.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro