Quotidiani locali

Vai alla pagina su 'Ndrangheta
$alttext
Borrelli (Dda Napoli) 

«In Emilia le nuove cosche ritorneranno a sparare»

REGGIO EMILIA. Un’inquietante previsione arriva da Giuseppe Borrelli, procuratore aggiunto della Dda di Napoli, che ha lavorato a lungo in Calabria. «Penso che prima o poi anche in Emilia i nuovi...

REGGIO EMILIA. Un’inquietante previsione arriva da Giuseppe Borrelli, procuratore aggiunto della Dda di Napoli, che ha lavorato a lungo in Calabria. «Penso che prima o poi anche in Emilia i nuovi clan torneranno a sparare». Da brividi le parole pronunciate da Borrelli in un’intervista pubblicata da Repubblica. Ha incontrato gli studenti bolognesi per parlare del processo Aemilia. In Emilia-Romagna, dice Borrelli, «succede quel che succede in diverse aree del Nord. Le mafie stanno investendo massicciamente i proventi del narcotraffico. In Calabria ogni investimento sarebbe più visibile. Al Nord, invece, è più facile mimetizzare e ripulire i patrimoni». Il procuratore aggiunto muove critiche agli imprenditori, che pensano che con le cosche si possano stringere accordi, alle istituzioni che non fanno abbastanza,
anche agli apparati dello Stato – magistratura e forze di polizia – che sono in ritardo. Poi la profezia: «I boss di vecchio stampo preferivano tenere un basso profilo, i giovani sono invece molto più aggressivi e sfrontati. Il mio timore è che in futuro possano alzare il tiro».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista