Quotidiani locali

«Quasi investiti dai ladri in fuga»

Cavriago, il racconto di una famiglia di via Boiardo, teatro di due furti

CAVRIAGO. «Nel rientrare a casa ci siamo imbattuti nei topi d’appartamento, che hanno fatto retromarcia a tutta velocità e per poco non ci venivano addosso». Mery Di Caterino, 22 anni, abita con il padre in via Matteo Maria Boiardo 2, il quartiere residenziale dietro l’ex fabbrica Mariella Burani, a Cavriago. Domenica pomeriggio l’abitazione singola bifamiliare («al pianterreno abitiamo noi, sopra la proprietaria») ha ricevuto la sgradita visita dei ladri. «Mio padre è uscito alle 18.45 e siamo tornati a casa insieme alle 19.30 – racconta Mery –. Appena imboccata la via, abbiamo rischiato la collisione con un’Audi grigia, che ha sgommato ed è fuggita. Aveva i fari spenti, non abbiamo visto la targa; ho intravvisto solo un giovane alla guida e una sagoma accanto a lui». I sospetti dei residenti si sono concretizzati quando sono entrati in casa. «Hanno forzato una finestra della cucina, probabilmente con un piede di porco perché l’infisso in legno era spaccato. Abbiamo trovato tutte le camere sottosopra, i cassetti aperti e gli oggetti in disordine – prosegue –. I ladri a mio avviso cercavano oro o contanti, ma non ne teniamo. Hanno rubato solo un cellulare che era dentro una scatola perché non funzionante».

I malviventi «non hanno avuto pietà neanche per i cani: ho un meticcio e un Pincher di piccola taglia. Li ho trovati terrorizzati. Temo che i ladri abbiano usato contro di loro il bastone per spazzare per terra che era in corridoio e che ho trovato in camera da letto». Secondo la ragazza, gli ignoti devono essere entrati in azione «tra le 18.30 alle 19, perché a quell’ora la vicina di casa ha sentito i cani abbaiare e si è anche affacciata, ma non li ha visti perché ha guardato sul davanti e loro erano entrati di fianco. Forse perché disturbati, sono rimasti all’interno pochi minuti». L’Audi grigia è già stata segnalata di recente, in vari gruppi di vicinato
di Montecchio e della Val d’Enza.

«Ce lo hanno confermato anche i carabinieri di Quattro Castella, intervenuti per il sopralluogo – riferisce Mery –. Mi risulta che circa mezz’ora prima abbiano compiuto un altro colpo in un’abitazione della mia stessa via». (am.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista