Quotidiani locali

Vai alla pagina su 'Ndrangheta
Mancano i giudici, Aemilia bis bloccata

Mancano i giudici, Aemilia bis bloccata

Il processo di mafia rinviato forzatamente di sei mesi. Il nostro tribunale perde continuamente i “pezzi” sul versante penale

REGGIO EMILIA. Il nostro tribunale non è in sofferenza solo a livello di personale amministrativo – il deficit di organico va dal 27 al 50% a seconda delle qualifiche – ma anche come giudici e paradossalmente, visto quello che sta accadendo fra fatti a raffica in odore di ’ndrangheta e un maxi processo storico come Aemilia in corso, è proprio il settore penale quello più in difficoltà.

E a farne le spese è un procedimento delicato come Aemilia bis che non solo non ingrana, ma si è arrivati alla decisione di farlo slittare di ben sei mesi, nella speranza che il collegio giudicante possa finalmente trovare una composizione. Al momento il giudice Giovanni Ghini può affrontare questo processo di mafia (anche se sul magistrato pendono ancora le decisioni targate Csm, Cassazione e Ministero della Giustizia dopo le polemiche scatenatesi quest’estate sul provvedimento di scarcerazione preso come gip relativamente al violentatore del disabile) ma anche il collega Luca Ramponi, mentre è in partenza il terzo componente della Corte, cioè Alessandra Cardarelli. E la partenza del giudice Cardarelli – come quella di Angela Baraldi – potrebbe essere accelerata nel giro di un paio di settimane, il che metterebbe ancora più in affanno il versante penalistico. Inoltre sullo scranno di Aemilia bis non possono sedersi – per incompatibilità, avendo già affrontato alcuni atti giudiziari inerenti – giudici come Cristina Beretti (ormai ad un passo dalla presidenza del palazzo di giustizia, manca solo la ratifica del plenum del Csm) ed Andrea Rat. In una situazione simile il forzato slittamento del processo è stata una strada a dir poco obbligata. Il posticipo a primavera inoltrata è dettato dal fatto che il Ministero
ha già disposto il trasferimento a Reggio di due giudici penali, ma non prima di maggio (tecnicamente è stato disposto il “posticipato possesso” del posto come magistrato giudicante). Insomma, una situazione di grande incertezza che addirittura mette in crisi un processo di mafia...

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista