Quotidiani locali

albinea 

È morto Prati, una vita a capo dell’omonima vitivinicola

ALBINEA. Addio a un protagonista dell’agricoltura reggiana. Oggi alle 15, alla chiesa parrocchiale di Borzano, si terranno i funerali del 90enne Loris Prati, scomparso venerdì all’ospedale cittadino,...

ALBINEA. Addio a un protagonista dell’agricoltura reggiana. Oggi alle 15, alla chiesa parrocchiale di Borzano, si terranno i funerali del 90enne Loris Prati, scomparso venerdì all’ospedale cittadino, conosciuto imprenditore per decenni a capo della vitivinicola Prati e dell’azienda agricola Ghiardello. Prati lascia la moglie Carmen, i figli Franco e Guido, la nuora Cinzia, i nipoti Maria Vittoria, Federica, Elettra e Costanza. Prati era l’erede, assieme al fratello gemello Renzo morto nel 1999, dell’attività agroalimentare iniziata alla Noce di Borzano nei primi anni del ‘900 dal padre Luigi e dagli zii Guido, Oliviero e Domenico. Col tempo aveva a propria volta passato la mano a figli e nipoti, senza però mai interrompere il legame con le attività di famiglia, almeno sino al peggioramento delle condizioni di salute. A lungo, ricorda il figlio Guido, era stato «uno dei protagonisti della “Borsa Merci” di Reggio Emilia, quella che il martedì e il venerdì si riempiva di agricoltori,
commercianti e imprenditori che concludevano - sulla parola - anche contratti per svariati milioni di lire. Un mondo che oggi non esiste più». E continua: «Persona corretta e leale, era stimato e benvoluto da tutti per il suo carattere riservato ed allo stesso tempo arguto e simpatico».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista