Quotidiani locali

vetto 

Legoreccio ricorda le 24 giovani vittime dell’eccidio del 1944

VETTO. Oggi Vetto ricorda 24 giovani resistenti. È infatti in programma la commemorazione del 74° anniversario dell’eccidio di Legoreccio, piccola frazione di Vetto in cui il 17 novembre 1944 vennero...

VETTO. Oggi Vetto ricorda 24 giovani resistenti. È infatti in programma la commemorazione del 74° anniversario dell’eccidio di Legoreccio, piccola frazione di Vetto in cui il 17 novembre 1944 vennero uccisi 24 partigiani, 18 morti sul posto e 6 fucilati in seguito. Quella sera nazisti e fascisti sorpresero una squadra di partigiani nascosti in un casolare, 24 ragazzi del distaccamento Cervi delle brigate Garibaldi. Dopo un violento assedio, i resistenti vennero convinti alla resa con la promessa di essere risparmiati, ma secondo i testimoni l’insistenza dei fascisti italiani della famigerata “scuola antiribelli” di Ciano portò alla fucilazione di tutti i prigionieri e alla morte di 24 persone.

L’appuntamento è per oggi alle 10.30 nel borgo di Legoreccio per la deposizione della corona di alloro, la benedizione del monumento ai caduti e i saluti del sindaco di Vetto, Fabio Ruffini, e del presidente
della Provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi.

A seguire, gli interventi degli studenti delle scuole vettesi, che hanno realizzato una ricerca sulla vicenda. Tutta la manifestazione sarà accompagnata dalla banda musicale di Felina. La cittadinanza è invitata a partecipare.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista