Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Black-out a Carpineti e Castelnovo Monti

Tecnici Enel al lavoro tutto il giorno. Tra le cause dei disagi, la scarsa manutenzione del verde

CARPINETI . La corrente elettrica assente per ore, con riscaldamento, illuminazione e telefoni fuori uso. Le nevicate di ieri hanno provocato black-out elettrici nei territori di Carpineti e Castelnovo Monti.

L’energia elettrica è venuta meno attorno alle 11 ed è stata progressivamente ripristinata dai tecnici Enel: verso le 14.30 gran parte delle utenze era di nuovo funzionante, per il sollievo di abitanti e non solo. Anche molti uffici hanno dovuto forzatamente interrompere l’attività durante il periodo di black-out.

A Carpineti gran parte del paese capoluogo è rimasto privo di luce ed energia per le ore attorno al mezzogiorno. I timori principali erano per il riscaldamento e per gli impianti di illuminazione, perché con una giornata come quella di ieri la visibilità è sempre rimasta ridotta e i termometri impiegavano davvero poco tempo per scendere verso il basso. Oggi poi molti telefoni sono collegati alla corrente elettrica sia per il funzionamento “meccanico” sia per la conduzione del segnale, e senza energia hanno ovviamente smesso di funzionare. Senza contare che la neve ha creato problemi anche al segnale dei telefoni cellulari.

Il ritorno della luce a metà pomeriggio, in tempo per riscaldare le case prima della notte, ha fatto tirare un bel sospiro di sollievo a molte persone. Non da tutte le parti però tutto è filato liscio: in alcune frazioni di Castelnovo Monti, come Costa de’ Grassi, il black out ha “resistito” per diverse ore e a Bondolo, il piccolo borgo che dalla Pietra di Bismantova porta verso il Secchia, le utenze sono state risistemate solo sotto sera. A Castelnovo Monti un abete è caduto sui cavi Enel in via Roma.

A Vellucciana di Carpineti ieri sera la corrente non era ancora tornata.

Una delle cause del problema è la presenza di molti alberi non curati e non potati, che cedendo parzialmente sotto il peso di una neve acquosa e quindi molto “massiccia” hanno toccato i cavi.

Un tema, quello della manutenzione del verde in prossimità dei passaggi della corrente, che era stato sollevato nei mesi scorsi da diversi sindaci ma che non ha portato ad interventi massicci sulle vegetazione.

Sempre le tante piante dell’Appennino hanno rappresentato un problema alla circolazione in diverse strade, in particolare sulla provinciale Carpineti-Baiso che passa dalle Casette e da Montefaraone. Diversi rami rotti e alberi sporgenti in strada hanno costretto gli automobilisti a manovre nell’altra carreggiata per evitarli e hanno rallentato le procedure di pulizia del fondo innevato. (adr.ar.)