Quotidiani locali

Minacciato dal ladro che cerca di fermare: salvato dalla polizia

Reggio Emilia: il tentativo di furto si trasforma in rapina, gli agenti bloccano il ladro che con un punteruolo cercava di colpire il padrone di casa.

REGGIO EMILIA. Poteva finire nel peggiore dei modi il tentativo di furto avvenuto sabato sera in un'abitazione di Rivalta, in via della Repubblica. Il padrone di casa, che ha sorpreso il ladro mentre armeggiava nella sua abitazione, dopo aver lanciato l'allarme al 113 e chiesto l'intervento della polizia, ha cercato di bloccare il malvivente e ha rischiato grosso.

Nel tentativo di scappare, infatti, il ladro ha stretto tra le mani un punteruolo, che con ogni probabilità gli era servito per entrare in casa, e ha cercato di colpire il proprietario.

Quest'ultimo, che non si è certo lasciato intimorire, ha continuato a "duellare" con il ladro in fuga, fino a quando il provvidenziale arrivo di due agenti della volante della polizia ha permesso di bloccare il malvivente ed evitare conseguenze peggiori al padrone di casa.

L'episodio, che si è concluso con l'arresto di un cittadino albanese senza permesso di soggiorno, N.T. le sue iniziali, è avvenuto intorno alle ore 22 di sabato. Il ladro, convinto che in casa non vi fosse nessuno, si è introdotto in un'abitazione di via della Repubblica ma, proprio mentre cercava di scappare, è stato intercettato da un residente, dopo che era già stato lanciato l'allarme alla polizia.

La centrale operativa della questura ha subito inviato sul posto una volante, che era già impegnata nei pressi di Rivalta in un servizio di controllo del territorio, dopo che nella frazione reggiana si è verificata negli ultimi giorni una serie di furti, tra cui un clamoroso assalto alla tabaccheria di Luca Porta, dove i ladri sono entrati sfondando un muro.

Entrati nell'androne del condominio dove era stato segnalato il furto, i poliziotti hanno subito bloccato il ladro che, brandendo un punteruolo, stava cercando di colpire _ senza per fortuna riuscirci _ un condomino, che lo aveva intercettato e non voleva lasciarlo scappare.

L'albanese è stato così accompagnato in questura e arrestato con le accuse di tentata rapina e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. La procura di Reggio,

considerata la dinamica dei fatti e la pericolosità sociale del malvivente, che ha numerosi precedenti di polizia e non ha il permesso di soggiorno, ha disposto che l'uomo venisse trattenuto nelle camere di sicurezza della questura per la notte e trasferito in carcere nella mattinata di ieri.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista