Quotidiani locali

Cinque anni di violenze in famiglia, arrestato un 24enne

A Novellara padre, madre e la sorellina costretti a chiudersi a chiave negli ambienti di casa per sfuggire alle botte

NOVELLARA. Violenze in famiglia che si protraevano ormai da cinque anni ai danni dei genitori e della sorellina più piccola, costretti a chiudersi a chiave nei vari ambienti di casa per evitare le botte. E' la drammatica vicenda che emerge con l'arresto di un giovane di 24 anni, da parte dei carabinieri della stazione di Novellara.

Gratuite violenze e danneggiamenti quelli commessi dal giovane, che è stato arrestato ieri notte. I carabinieri erano intervenuti nell'abitazione della famiglia proprio per sedare una lite. Non il primo intervento del genere eseguito dai militari dell'Arma. Ma questa volta l'arrivo dei carabinieri non ha calmato il 24enne che aveva pestato la mamma.

Anzi. Oltre a continuare a minacciare i familiari, il giovane ha cominciato a offendere e minacciare anche i militari passando presto alle vie di fatto e aggredendo un maresciallo che lo aveva invitato ad allontanarsi. Bloccato dai carabinieri è stato arrestato  per i reati di resistenza e pubblico ufficiale, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.

La mamma, che poco prima era stata aggredita, è stata medicato al pronto soccorso e dimessa con una prognosi di 7 giorni per contusioni multiple. Assurdo motivo che ha scatenato l’ultimo episodio di violenza: il 24enne accusava i familiari di avergli preso una cavo Usb, che invece era n camera del ragazzo, dove la mamma l’aveva trovato. Tale rinvenimento anziché calmare il 24enne lo ha mandato su tutte le furie portandolo a picchiare la mamma scaraventandola a terra e prendendola a caci e pugni.

Di qui l’intervento dei carabinieri di Novellara e l’arresto

del giovane. Quindi la ricostruzione di un quinquennio di gratuite violenze con la scoperta che da anni, per evitare di essere picchiati, sia i genitori che la sorellina erano costretti a rinchiudersi a chiave nei vari ambienti di casa vivendo come dei veri e propri detenuti.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista