Quotidiani locali

Frontale fra due auto a Roncocesi

Lo scontro è avvenuto in via Marx, al confine con Cadelbosco: grave un 25enne

REGGIO EMILIA. Le prime luci del mattino, la nebbia, una strada stretta e poca visibilità. È questo lo scenario che ha portato, ieri mattina attorno alle 7.20, allo scontro frontale fra due auto in via Carlo Marx, nella frazione di Roncocesi. In un punto, al confine con il comune di Cadelbosco, che è maledetto per gli automobilisti.

La curva stretta, le buche e un ponte particolarmente ostico avevano già provocato il 23 febbraio di quest’anno la morte di Giulio Roberto Riva, 56enne originario di Milano ma residente da molti anni a Bagnolo in Piano, che era volato giù lungo la scarpata schiantandosi dentro la confluenza fra il Crostolo e il Modolena.

Il bilancio di questo frontale, per fortuna, non è invece così grave. Le due auto, una Ford Fiesta e una Bmax, si sono scontrate frontalmente in modo molto violento. A bordo solo i due conducenti, rimasti entrambi feriti: Daniele Mannolo, 25 anni, e Diego De Crescenzo, 43 anni. Ad avere la peggio è stato il più giovane che, a causa dell’impatto, è rimasto incastrato fra le lamiere della macchina.

Sul posto sono intervenuti ambulanza e automedica, polizia municipale e i vigili del fuoco che hanno estratto il 25enne e hanno aiutato i sanitari del 118 a caricarlo sulla barella, in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

Entrambi i feriti sono poi stati portati all’ospedale Santa Maria Nuova. Molti
i commenti, sulla pagina Facebook della Gazzetta di Reggio, contro quella strada. «Non c’è visibilità per colpa di un albero – scrive Nicholas Arduini – la parte destra è piena di buche che la rendono impercorribile e quindi la gente è obbligata a spostarsi verso sinistra». (l.g.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista