Quotidiani locali

Topi, insetti ed erba L’ex Pala-Arbor sempre nel degrado

Novellara, da agosto in via Provinciale non è cambiato nulla «Cara sindaca vieni qui a organizzare i concerti dei Nomadi»

NOVELLARA. Nella lottizzazione denominata ex Pala-Arbor di via Provinciale nord non è cambiato nulla: vige tuttora un completo stato di degrado e la vegetazione sta invadendo il tetto di un garage di una residente che abita proprio a fianco dell'area dismessa. Vilma Paviani, pensionata, si è stancata e si è nuovamente rivolta alla “Gazzetta”: «Dopo il vostro servizio del 7 agosto scorso, non è mai venuto nessuno. E devo dire che sono proprio stufa di essere presa in giro. Cara sindaca Carletti, faccia una cosa: il prossimo concerto dei Nomadi lo organizzi qui, in questa area dove girano dei bei toponi».

La recinzione è rimasta come nell’estate scorsa: i tondini di ferro spuntano dall'armatura in cemento. In questi giorni di piogge abbondanti la zona che una volta era adibita a parcheggio, si è allagata. Come spiegato alcuni mesi fa dalla sindaca Elena Carletti, la vicenda dell'ex Pala-Arbor, dal nome dell'azienda che operava in zona una quindicina di ani fa poi diventata Stromab, è lunga e complicata. E anche se Vilma Paviani, si è più volte recata in Comune a Novellara per segnalare ad amministratori e responsabili dell'ufficio tecnico che la situazione peggiorava continuamente, non è stata ascoltata.

Eppure il sindaco Elena Carletti si era resa disponibile a sollecitare il commercialista Franco Rossi a trovare qualche soluzione. Ma a quanto pare dato che l'area è sotto fallimento non è stato fatto nulla di concreto.

Il 20 febbraio 2015 l’ufficio ambiente del Comune di Novellara con Arpae ed Ausl avevano effettuato un sopralluogo nell’area e avevano stilato un verbale che confermava quanto denunciato da anni dalla signora Vilma. Ossia la presenza di «un cumulo di rottami edilizi macinati di dimensioni consistenti, derivante dalla demolizione in loco del precedente opificio; un contenitore metallico, in cui è stato stoccato del materiale ferroso nonché una situazione di degrado e abbandono con notevole sviluppo spontaneo di arbusti e sterpaglie con proliferazione di insetti e ratti; formazione di ristagni d’acqua dovuti ad avvallamenti del terreno; impaludamento d’acqua in prossimità di un pozzo attivo».

Il 4 aprile 2015 si è svolta in Comune a Novellara la Conferenza di servizi, finalizzata alla risoluzione del problema di degrado e abbandono nell’area di proprietà Pala-Arbor al cui rappresentante venne chiesto di attuare una serie di provvedimenti dei quali, la stragrande maggioranza, non sono mai stati eseguiti.

Si arriva così al 17 febbraio 2016, a seguito della richiesta del geometra dell’Ufficio ambiente del Comune di Novellara) l’architetto incaricato ha comunicato che la società Pala-Arbor ha effettuato uno sfalcio di erba e una pulizia generale. Operazione che è stata poi replicata in estate. C’è stato anche sopralluogo con la ditta che si era già occupata della derattizzazione per verificare lo stato delle trappole ed per programmare eventuali nuovi interventi da effettuare.

Infine l'8 febbraio di quest’anno il sindaco Elena Carletti e Carlo Veneroni assessore all’urbanistica hanno avuto un incontro
con il curatore fallimentare dell’area per fare il punto della situazione ma non si conoscono i provvedimenti che sarebbero stati presi per risolvere i problemi denunciati da Vilma Paviani la cui casa confina con l’area che da 13 anni attende una bonifica.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista