Quotidiani locali

Guastalla 

In 200 riscoprono la storia coi “fantasmi”

GUASTALLA. I “fantasmi” fanno riscoprire la storia di Gustalla. Circa 200 persone, tra residenti e persone provenienti da altri luoghi, lo scorso 1 novembre hanno potuto conoscere la ricchezza del...

GUASTALLA. I “fantasmi” fanno riscoprire la storia di Gustalla. Circa 200 persone, tra residenti e persone provenienti da altri luoghi, lo scorso 1 novembre hanno potuto conoscere la ricchezza del patrimonio culturale vissuto attraverso i suoi monumenti ancora vitali. Il tutto grazie a un evento che ha riproposto una virtuosa relazione tra storia della città e teatro di strada.

Lungo un percorso di riscoperta della città storica, sono stati presentati molti luoghi affascinanti tra cui palazzo Ducale, corso Garibaldi coi suoi androni, la biblioteca “Maldotti”, piazza Matteotti, Croce del Volterra e la Cripta della Chiesa della Morte.

Il buio interrotto a sprazzi dalla sola luce delle candele ha contribuito a creare l'atmosfera della Guastalla storica, che è stata interpretata attraverso varie figure che l'hanno caratterizzata nel corso dei secoli. Ecco quindi ricomparire i “fantasmi” di personaggi come il Volterra, Gaetana Secchi Ronchi, l’ingegnere Giulio Cesare Cani, Matilde di Canossa, la Contessa Ludovica Tirelli, Ruggero Ruggeri, lo scultore collaboratore di Leone Leoni.

L'intera manifestazione era incentrata su un testo teatrale scritto dal Fiorello Tagliavini, responsabile del settore cultura del Comune di Guastalla e direttore del teatro "Ruggeri", che ne ha curato anche la regia e la conduzione scenica.

Infine, nella balconata sul cortile di palazzo Ducale è apparso il “fantasma” di Antonio Ferdinando Gonzaga accompagnato dal violino
del maestro Enrico Becchi. La leggenda narra che lo spettro del cavaliere piumato appare nelle notti buie all’interno del palazzo.

Gli attori che hanno animato la conclusione in palazzo Ducale provengono dall'associazione scuola di teatro Ars21 di Guastalla. (m.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista