Quotidiani locali

“I dieci giorni che sconvolsero il mondo” con mostra e musica

L’omaggio inevitabile. Se c’è un luogo, non solo in Italia ma in tutta quella che si può definire Europa occidentale, adatto a ricordare il 7 novembre 2017, quello è Cavriago.Il paese del busto di...

L’omaggio inevitabile. Se c’è un luogo, non solo in Italia ma in tutta quella che si può definire Europa occidentale, adatto a ricordare il 7 novembre 2017, quello è Cavriago.

Il paese del busto di Lenin, figlio di una donazione e di un rapporto molto stretto fra comunisti cavriaghesi e sovietici, il luogo dove tutt’ora l’effige del “padre della rivoluzione” è orgogliosamente esposta in piazza.

Per il centenario, un gruppo di abitanti e militanti sta lavorando da tempo a una lunga serata di appuntamenti, dopo aver organizzato a settembre un altro evento parzialmente sfumato a causa del maltempo. Il 7 novembre 1917 a Pietrogrado partirono “i dieci giorni che sconvolsero il mondo", per citare John Reed, e oggi, il 7 novembre 2017, «a Cavriago si accenderà una luce per mostrare quei fatti che nessuno vuole ricordare. Perché anche la buia attualità può essere ancora sconvolta», raccontano i promotori.

Il ritrovo è fissato in piazza Lenin ovviamente, alle 19 per partire per un concerto itinerante con la Banda di Quartiere.

Alle 20 si arriverà nell’ex municipio di piazza Zanti, nella palazzina dove è custodito anche l’originale del busto di Lenin.

Qui verrà inaugurata una mostra collettiva sulla Rivoluzione d'Ottobre con opere realizzate appositamente da fumettisti come Giuseppe Camuncoli, Giuseppe Palumbo, muralisti come Collettivo FX e Daniele Castagnetti e diversi altri

artisti: fra loro Mirco Incerti, Daniele Lugli, Mila Montanari, Luca Prandini, Mirko Amadei e Greta Catellani. Alle 20.30 ci si sposta di pochi passi in compagnia alla vicina Cantina Garibaldi per una cena
a tema, dal costo di 25 euro a persona (la prenotazione va effettuata ai numeri 0522-37.20.65 e 335-58.26.060.


Dopo il caffè, alle 23 si torna in piazza Zanti per il gran finale con proiezioni di immagini e uno spettacolo di “luci rivoluzionarie”. (adr.ar.)



TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista