Quotidiani locali

L’evento 

E domenica torna la festa del tartufo

VIANO. Una domenica intera dedicata alla trifola. È quella in programma domenica a Viano, dove andrà in scena la 27ª edizione della festa del tartufo, una delle principali manifestazioni reggiane (e...

VIANO. Una domenica intera dedicata alla trifola. È quella in programma domenica a Viano, dove andrà in scena la 27ª edizione della festa del tartufo, una delle principali manifestazioni reggiane (e non solo) dedicata alla profumatissima “trifola”.

Si parte alle 9.30 con la cerimonia ufficiale con le autorità, seguita dal corteo per le vie del centro con la banda di Viano diretta da Andrea Medici e il gruppo di majorette Le Orchidee. Il gruppo rimarrà compatto sino alle 10.45 quando sarà inaugurato il nuovo polo educativo vianese con gli ampliati spazi per la scuola d’infanzia del paese.

Nella zona sportiva dalle 10 ci saranno le gare di cani da tartufo e in contemporanea partiranno le attività nel cuore della festa, gli ampi spazi del centro polivalente comunale. Qui, nel vasto capannone coperto, si potrà girare fra banchetti dove assaggiare e comprare trifola bianca e nera, salumi, formaggi, aceto balsamico, funghi, aceto balsamico, miele e altri prodotti tipici del territorio reggiano e dell’autunno.

Non mancherà ovviamente la gastronomia diretta, con tante postazioni gestite dai volontari vianesi in cui si potrà mangiare polenta, casagai, panetti e frittelle di castagne, vin brulè, sistemate in palestra, nella sede della protezione civile e nel centro polivalente.

Per i bambini ci saranno le fattorie didattiche di San Giovanni di Querciola e di Casina mentre i genitori potranno girare nel mercatino dell'artigianato artistico con la partecipazione delle bancarelle di Piazza in arte di Ghivizzano di Lucca e accompagnare i loro piccoli fra le dimostrazioni degli antichi
mestieri e dei mastri ferrai. Nel pomeriggio in programma diversi spettacoli in piazza XXV Aprile con gli artisti itineranti del gruppo 88 Folli, le animazioni del gruppo veronese "Cantori de la Val" di Fumane in Valpolicella, prima di concludere con i giochi col fuoco. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista