Quotidiani locali

«Il boom ceramico ha avuto un prezzo»

CASALGRANDE. Il lavoro sulle bonifiche non si ferma. Per l’amianto rimangono circa 85mila metri quadrati da sistemare, con scadenze già fissate. «Per la quasi totalità delle restanti superfici, sono...

CASALGRANDE. Il lavoro sulle bonifiche non si ferma. Per l’amianto rimangono circa 85mila metri quadrati da sistemare, con scadenze già fissate. «Per la quasi totalità delle restanti superfici, sono già state emesse le ordinanze del sindaco e sono quindi scattati i tempi entro cui si dovrà completare la bonifica (tempi che dipendono dalle condizioni di conservazione dell’amianto stesso, e che variano da 12 a 36 mesi)». Il sindaco Alberto Vaccari parla poi di «correttezza e senso della comunità da parte dei nostri imprenditori» che, «appena ricevuta la richiesta di una perizia sulla copertura, si sono spontaneamente attivate per eseguire la bonifica senza attendere l’apposita ordinanza». La necessità di mettere mano alla questione nel casalgrandese era comunque chiara, scritta nella storia della zona. «Un territorio come quello di Casalgrande, nel corso dei decenni, ed a seguito di una sensibilità ambientale nel passato non così forte come oggi, ha sicuramente pagato un pegno importante all’industrializzazione
ed al boom della ceramica», ammette Vaccari. I risultati sono ambivalenti: «Se tanto benessere ha ricevuto la comunità, grazie a livelli occupazionali da sempre più elevati delle medie nazionali, d’altro canto sono numerose le situazioni su cui oggi occorre intervenire». (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista