Quotidiani locali

Il carabiniere eroe lascia Carpineti

Il comandante Mancino nel 2005 salvò alcuni clienti dal rogo dell’hotel del paese

CARPINETI. Dopo 26 anni cambia il comandante della stazione dei carabinieri di Carpineti. Il maresciallo Raffaele Mancino a breve si trasferirà a Bologna, per continuare lì la propria carriera nell’Arma, dopo aver trascorso più di metà della propria vita nel paese appenninico. Mancino, 50enne nato a Caserta, ha coordinato la stazione carpinetana dei carabinieri per 26 anni, dall’inizio degli anni ’90 sino ad oggi.

Il sottoufficiale ha annunciato la novità sulla propria pagina Facebook e subito sono arrivati tanti messaggi di saluto e di rammarico per la partenza. «Ringrazio tutti per la vicinanza mostrarmi. Un ringraziamento a tutti i dipendenti dell'amministrazione comunale presente e passata, al sindaco Tiziano Borghi e ai suoi predecessori, Nilde Montemerli e il compianto Tonino Comi. A monsignor Guiscardo Mercati Guiscardo e a don William. A tutti i “miei carabinieri” che in tutti questi anni mi hanno supportato e sopportato», scrive Mancino. E prosegue: «Un ringraziamento particolare a tutti i cittadini di Carpineti che nei momenti di difficoltà e bisogno mi hanno mostrato tutta la loro vicinanza ai quali chiedo di continuare ad essere vicini ai carabinieri. Un ringraziamento ai dottori Marco Santi e Walter Dallari sempre disponibili».

Il saluto non è definitivo, e non potrebbe che essere così per una persona che lascia il paese dove ha vissuto più di metà della propria esistenza: «Ovviamente questo messaggio non vuole essere un addio ma un arrivederci. Questi luoghi e i suoi abitanti non si dimenticano facilmente. Grazie di cuore a tutti».

Nei suoi 26 anni di operato Mancino ha lavorato a centinaia di indagini. Il militare è stato premiato, assieme ad un collega e ad altri cittadini, per il coraggio mostrato nel salvataggio di alcuni degli ospiti dell’albergo del paese, distrutto il 23 maggio del 2005 da un rogo che costò la vita a due persone. Il maresciallo entrò nella struttura in fiamme rimanendo intossicato e contribuendo a portar fuori diversi anziani
infermi. In questi mesi è stato coinvolto nella caccia ai ladri che hanno compiuto decine di furti in abitazioni nella zona fra Carpineti, Felina, Baiso e Viano, collaborando alla cattura di uno dei responsabili, un 30enne arrestato dieci giorni fa a Fiorano Modenese. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista