Quotidiani locali

Cacciatore colto da malore soccorsi mobilitati per ore

Ventasso: un 67enne di Quattro Castella si sente male in una zona impervia Complessa operazione per raggiungerlo e portarlo in elicottero al Santa Maria

VENTASSO. Momenti di difficoltà e anche apprensione ieri pomeriggio nel corso di una battuta al cinghiale sul crinale reggiano, che ha visto un intervento di soccorso piuttosto complesso e articolato per un cacciatore 67enne di Quattro Castella colto da un malore mentre si trovava nei boschi.

Il tutto è avvenuto attorno alle 13 nel territorio di Ligonchio, non lontano dalla località Caprile, dove era in corso la battuta che vedeva in azione la squadra di Ligonchio, della quale fanno però parte anche cacciatori provenienti da altri paesi. Il 67enne che si è trovato in difficoltà è infatti della zona collinare, di Quattro Castella.

Durante le operazioni tra boschi e sentieri, l’uomo si è improvvisamente sentito male, accusando quello che ha avuto tutte le apparenze di un grave episodio cardiaco.

I compagni di caccia si sono immediatamente resi conto della gravità della situazione: hanno prestato i primi soccorsi all’amico e hanno immediatamente attivato la centrale operativa del 118.

È quindi partita una ambulanza della Croce Verde Alto Appennino da Busana, e sul posto sono arrivate in contemporanea anche due pattuglie che erano impegnate in un servizio congiunto in zona: una dei carabinieri forestali e l’altra della polizia provinciale.

Nel frattempo sono partite anche due squadre di terra del Soccorso Alpino – una di Reggio e l’altra di Modena (quest’ultima si trovava casualmente in zona) – e una squadra dei vigili del fuoco.

L’uomo da soccorrere si trovava in un canalone nell’alveo del Rio Rossendola, in una zona impervia, per cui carabinieri forestali e polizia provinciale hanno fornito le indicazioni via radio all’elisoccorso (entrato in azione da Pavullo nel Frignano) per consentirgli di arrivare sulla verticale del cacciatore colto da malore.

È stata poi calata l’équipe medica con il verricello, visto che in zona era impossibile per l’elicottero trovare uno spazio dove poter atterrare in sicurezza.

Una volta stabilizzato, l’uomo è stato issato sull’elicottero, sempre tramite il verricello,
e condotto all’ospedale Santa Maria di Reggio Emilia.

Il 67enne di Quattro Castella è arrivato in condizioni piuttosto serie, ma non è in pericolo di vita. Una volta in ospedale è stato sottoposto a numerosi accertamenti e poi ricoverato. (l.t.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista