Quotidiani locali

Furti nelle case della Bassa ladri inseguiti nella notte

Tre malviventi a bordo di una Giulietta rubata stanno imperversando nella zona Venerdì i carabinieri hanno intercettato il trio a Rio Saliceto e a Novellara

NOVELLARA. Hanno rubato una Alfa Giulietta alcuni mesi fa nel Mantovano e da allora stanno mettendo a segno furti a raffica nelle case, anche nel Reggiano e nel Modenese.

Venerdì sera i carabinieri hanno intercettato per due volte questi banditi, la prima a Rio Saliceto e poi a Novellara, e per due volte i ladri sono riusciti ad allontanarsi, dopo essere scappati ad alta velocità, mettendo in atto manovre molto azzardate.

Un copione già visto, che rimanda a bande di ladri specializzate, che colpiscono in modo seriale e quando scoperti tentano il tutto per tutto per non essere presi.

La particolarità di questi malviventi è che entrano in azione al tramonto e non a notte fonda come in genere accade.

Venerdì notte pattuglie dei carabinieri di Novellara, Campagnola e della Compagnia di Guastalla erano allertate perché la Giulietta era stata segnalata da un po’ di giorni, soprattutto a Reggiolo. Alle 20.30 i tre ladri sono stati scoperti nel cortile di una casa a Rio Saliceto. Alla vista dei militari i tre sono riusciti a salire in auto e poi si sono diretti a folle velocità verso Correggio. In pochi chilometri i fuggitivi hanno commesso ogni genere di infrazioni stradali, imboccando rotonde contromano e invadendo la corsia opposta. Un rischio per i carabinieri e per gli utenti della strada, che potevano restare coinvolti in un incidente. Alle porte di Correggio l’Alfa ha fatto perdere le sue tracce.

Ma la banda non ha comunque desistito dai suoi piani. Un’ora dopo infatti le forze dell’ordine se la sono trovata di fronte nuovamente in un quartiere residenziale di Novellara, dove si preparava a commettere dei furti. Ne è scaturito un altro inseguimento, sempre a velocità altissima e ancora una volta il trio l’ha fatta franca, seminando gli inseguitori alle porte di Reggiolo.

Nei giorni scorsi queste persone erano state notate a Reggiolo. Sembra dunque che si siano spostate nella Bassa Reggiana.

Secondo quanto emerso
dagli ultimi colpi, sembra che uno di loro resti in auto mentre due scendono ed entrano nelle case, spesso arrampicandosi su grondaie o tubi, e poi forzando porte e finestre. Una volta messe le mani su qualcosa da rubare scappano ad alta velocità. (j.d.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista