Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

«Obiettivo 300 milioni e cento nuove assunzioni»

Fatturato-boom: +80 per cento nel 2017. Grassi illustra gli obiettivi da qui al 2021 Appena comprato uno stabilimento nuovo, altri nel mirino a Rondinara e Carpineti 

VIANO. «Dobbiamo ampliarci ancora e, allo stesso tempo, dobbiamo diventare robusti restando flessibili. Questa è e deve essere la nostra arma vincente», afferma Enrico Grassi, fondatore di Elettric80 e Bema. Anche perché – spiega Grassi – «i nostri concorrenti sono colossi internazionali che possono contare anche sul sostegno del loro sistema paese. Noi siamo nati in Italia e qui vogliamo andare avanti. Poteva comunque andarci peggio. Non ci piangiamo addosso, viviamo e vinciamo con quello che ci circonda, nessuno verrà a salvarci da fuori».

La pianificazione ha già numeri precisi: «Nel 2017 il fatturato di Elettric80 è cresciuto dell’80%, quello di Bema del 30%. Per il 2018 siamo già in un percorso positivo e i volumi di lavoro sono crescenti. Diciamo che pensiamo già al 2019 e oltre. Abbiamo seminato bene, pertanto raccogliamo bene e ragioniamo sul domani».

I termini sono chiari: «Il nostro piano da qui al 2021 è di arrivare a 300 milioni di euro e più di 100 nuovi dipendenti fra le varie sedi. Per Bema vogliamo arrivare a 60 milioni di fatturato e 40 nuovi assunti. Per farlo, dobbiamo crescere dal 7 al 10% ogni anno, un obiettivo conservativo partendo da asticelle poste molto in alto».

Nei mesi scorsi il gruppo vianese ha iniziato a gettare basi concrete e locali per questo percorso, con progetti completati o in avviamento per nuovi impianti completati.

Poche settimane fa è stato presentato lo stabilimento da cinquemila metri quadrati realizzato nell’ex sede Stilfreni lungo la provinciale, a poche decine di metri dal complesso principale, un nuovo laboratorio di ricerca e sviluppo sul lungo periodo che ospiterà 60 nuovi assunti. Il costo è di due milioni 785 mila euro, con un contributo di un milione e 228 mila euro fornito dalla Regione tramite un bando per l’insediamento e lo sviluppo di imprese.

Il prossimo obiettivo è aprire un polo logistico di Elettric80, un progetto da 12mila metri quadrati che partirà anche in questo caso da una riqualificazione dell’esistente, dalla risistemazione dell’ex ceramica Isla Tiles vicino a Rondinara, per un investimento complessivo da 15 milioni di euro.

Per rafforzare la direttrice verso la montagna reggiana, sono in corso trattative per ultimare
l’acquisizione di un altro edificio situato nella zona artigianale di San Prospero a Carpineti: la sede dell’ex cooperativa di falegnameria Infissi Design, chiusa ormai da tempo, per una operazione da completare con alcuni fornitori del gruppo. (adr.ar.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista